Blog

Dritte in cucina

Vini pregiati, quattro cose da non fare mai | Video

Di FDL il

Share

In questo video il sommelier di fama internazionale Andreas Larsson mostra tutto quello che non si dovrebbe mai fare con i vini pregiati se si vuole davvero apprezzarne la qualità. In questo video Andreas Larsson parla un inglese perfetto, ma di seguito trovate tutti i suoi preziosi consigli tradotti in italiano.

Non servite i vini rossi a più di 18°C o i vini bianchi a meno di 12°C
Uno degli errori più comuni che si fanno con il vino è servire i rossi a una temperatura troppo elevata. Ci viene insegnato che il vino rosso si serve a temperatura ambiente, ma quando durante l'estate la temperatura supera i 25-26 gradi, non è molto piacevole bere un rosso così caldo. Nei periodi più caldi, volendo, i vini rossi si possono rinfrescare un po' mettendo la bottiglia a contatto col ghiaccio. Lo stesso discorso vale per il vino bianco, troppo spesso servito a temperature eccessivamente basse. I migliori vini bianchi hanno un sapore più ricco se sono serviti intorno ai 12-14 gradi, e un buon vino rosso non dovrebbe mai essere servito a più di 18 gradi.

Non servite il vino in bicchieri dall'imboccatura troppo larga
Anche la forma del bicchiere è molto importante per il vino. Se guardate questi due bicchieri non sono poi tanto diversi, ma è una questione di piccole sfumature. La forma del bicchiere in realtà ha una grande influenza sul sapore del vino. Se apro questa bottiglia e confronto la sua resa nei due bicchieri, la differenza tra gli aromi è notevole, anche se le due forme si somigliano. Il bicchiere più piccolo è quello che potreste trovare in ogni bistrò, mentre il più grande è quello che trovate più facilmente nei grandi ristoranti e nelle migliori enoteche. Per quanto riguarda l'aroma, rende molto di più. Se poi assaggio e paragono il vino servito nei due bicchieri c'è una leggera differenza anche nel sapore, che dipende dal modo in cui il vino incontra la bocca e dalle parti della lingua con cui entra in contatto.

Non riempite mai il bicchiere fino all'orlo
Un altro errore molto comune in tanti ristoranti è quello di riempire il bicchiere quasi fino all'orlo, in questo modo si perde gran parte dell'aroma. Meglio riempire il bicchiere per circa un terzo, dando spazio al vino per liberare e sviluppare il suo aroma. È anche più piacevole da tenere in mano.

Tenete il bicchiere dallo stelo
Anche il modo in cui tenete il bicchiere indica se siete amatori o conoscitori. Il bicchiere andrebbe tenuto dallo stelo, non è molto elegante coprire la coppa con le dita. Certe volte si vede qualcuno far girare il vino nel bicchiere: è un modo der dare un po' d'aria al vino, per «aprire» il suo aroma.

Tags