Blog

Indirizzi da non perdere

Cinquantadue, a Milano sushi e wagyu del maestro Sixia

Di il

Share
Cinquantadue, a Milano sushi e wagyu del maestro Sixia
Foto Andrea Mariani/A13 Studio

A Milano, proprio a due passi dal Piccolo Teatro Strehler e dal Castello Sforzesco, ha da poco aperto i battenti il nuovo ristorante nipponico di Xiaobo Zhou, già proprietario di Nishiki, storico indirizzo del sushi creativo meneghino.

Si tratta di Cinquantadue, piccolo e pettinato salotto dall'aria internazionale, caratterizzato da tinte che vanno dal beige al bianco écru e da dettagli - dalle lampade da tavolo Churchill al lampadario che è più simile ad un'installazione - di design, armonioso e sincero omaggio alla maniacalità estetica milanese. 

Qui il sottofondo musicale - la playlist è stata ideata ad hoc dal music designer Paolo Scarpellini - accompagna eleganti pranzi di lavoro e piacevoli cene in cui non ci si limita al sushi, ma ci si rilassa tra un buon cocktail, una selezione accurata di vini e le molteplici proposte di wagyu

Foto: Andrea Mariani/A13 Studio

Cinquantadue: il locale

Gli arredi di Cinquantadue sono opera dello studio di architettura Naos Design SRL; su tutti a colpire i clienti (e anche i passanti, a dirla tutta) è proprio l'imponente lampadario, nato dalla collaborazione con un jewelry designer tailandese.

Delle due vetrine che si affacciano su strada, una mostra ogni segreto e attività della cucina cucina a vista, completamente piastrellata color acquamarina. In fondo alla sala domina il bancone bar che - in pieno stile Nishiki - è ricco di chicche e rarità (super)alcoliche. 

I coperti non sono molti e la privacy dei clienti è rispettata dalla giusta distanza dei tavoli; mentre durante la bella stagione si può approfittare di un dehors sotto gli alberi, proprio come in un boulevard della Ville Lumière.

Cinquantadue: il menu

Foto: A13 Studio - Piatto Henry Timi

In cucina troviamo Sixia, maestro di sushi creativo contemporaneo. I clienti che vogliono vivere la cena come un'esperienza possono farsi guidare dal menu Cartabianca di 6 portate, con piatti fusion che variano periodicamente secondo il mercato e la stagione, passando così dalla 'Ceviche di pesce misto' al 'Rombo al forno con alga Kombu e asparago'.

Gli amanti della carne non possono che optare invece per le '5 Variazioni del Wagyu Beef', in cui la pregiata carne di manzo giapponese viene servita in carpaccio, come ripieno dei gyoza, sopra gli uramaki, alla piastra e nei nigiri impreziositi da foie gras.

Cosa: Cinquantadue

Dove: Foro Bonaparte 52 - Milano

Info: Sito

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags