Blog

News e Tendenze

Barcellona cheap & chic: ristoranti, bar e hotel dove mangiare

Di il

Share
Barcellona cheap & chic: ristoranti, bar e hotel dove mangiare

Se c'è una destinazione alla portata di tutti è proprio Barcellona: la città spagnola è famosa per la sua movida e le sue tapas sfiziose a prezzi ottimi. Nonostante questo, però, anche il capoluogo della Catalogna propone esperienze esclusive che combinano location uniche a proposte gastronomiche d’eccellenza: per goderne senza spendere una fortuna basta sapere dove cercarle, ecco

FINO A 25 EURO

La giornata perfetta comincia con un'omelette su misura, vista mare, a 14 euro. Esperienza da vivere al ristorante Wave all'interno del W Barcellona, splendido hotel 5 stelle nel quartiere di La Barceloneta, a due passi dal porto. Classica o a basso contenuto di grassi, nell'omelette si può abbassare il numero di tuorli e alzare gli albumi. Si completa a piacere con prosciutto, pancetta, funghi, peperoni, formaggio o erbe aromatiche. Ci sta anche un caffè.

Se a fine giornata volete godere di un tramonto indimenticabile, salite al 26esimo piano dell’Hotel W Barcellona, sino all'Eclipse Bar e godetevi lo spettacolo sorseggiando il signature cocktail della casa: Ketel one vodka, infuso di shochu, anguria ed enormi cubi di ghiaccio.

DAI 25 AI 50 EURO


Per gli amanti dello shopping che transitano nella zona commerciale è impossibile non subire il fascino di un grande hotel come El Palace Barcellona, recentemente ristrutturato. Il Caelis, ristorante stellato dello chef Roman Fornell, è una tappa obbligata: con questo budget potrete gustare una selezione di tre formaggi affinati di Xavier (a Tolosa) e catalani (20€).

Oppure, se preferite una pausa dolce, fate un salto sulla magnifica terrazza in mezzo a zagare e gelsomini con vista a 360 gradi sulla città: lassù potete ordinare un caffè con dolcetto.

Altra pausa chic nel verde e dall'alto si fa sulla terrazza all'ultimo piano dell'Hotel Do con vista sui tetti gotici della Ciutat Vella. Qui potete ordinare una Paella con costine di maiale e taccole a 17.60, oppure qualche tapas come gazpacho, polpo arrostito o crema catalana.



Da 50 a 100 Euro


Nel quartiere Eixample lo chef Charles Gaig nel suo Gaig vi offre una pura esperienza gourmet con un menù di 7 portate a 68 euro dove spiccano la kokotxas, la guancia del nasello con fagioli Santa Pau e poi il maialino da latte croccante con fragole e cipollotto.

Se siete a Barcellona non fatevi scappare l’occasione di provare la cucina dello chef Paolo Casagrande, del ristorante due stelle Michelin Lasarte, che ha ideato i piatti con il leggendario Martin Berasategui. Si può prenotare una saletta privata sopra la cucina con parete a vetri che permette di seguire tutte le fasi creative dello chef. Con questo budget forse non potrete provare l’intero menù degustazione, ma potrete comunque gustare un prosciutto che non avete mai assaggiato: il Prosciutto Iberico Gran Reserva (36 euro). A seguire, un piatto straordinario: branzino con brodo di cicale di mare, lumache in umido su clorofilla di verdure al tartufo e maionese di vongole a 52 euro.

All'interno del Mandarin Hotel Barcellona la chef Carme Ruscalleda e suo figlio Raül Balam hanno aperto nel 2010 Moments, guadagnando subito due stelle Michelin.  Il menu degustazione è purtroppo fuori budget (166 euro) e propone 14 portate ispirate a 14 città del mondo, da Hong Kong a Bodrum. Non mancano comunque piatti succulenti a prezzo abbordabile come il piccione ripieno di maialino Duroc con ciliegie e foglie Sakura (53 euro); abbinatelo a un ottimo Pinot Nero consigliato dal sommelier Fernando Pavón. Nel budget ci sta anche un dessert, come Fuga in Africa: pistacchi, cioccolato e spezie: esperienza sublime. 

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags