Blog

News e Tendenze

Bocconi di lusso: le esperienze food più esclusive del mondo

Di FDL il

Share
Bocconi di lusso: le esperienze food più esclusive del mondo
Foto Four Seasons Private Jet

La parola lusso applicata al cibo può avere molteplici significati. Lusso può essere avere il tempo di preparare una cena per le persone che ami, o fare la spesa al mercato parlando con i produttori. C'è un livello di lusso, però, che è quello inteso in senso letterale - ed è direttamente proporzionale alla capacità di spesa.

Se una volta con lusso gastronomico si intendevano principalmente scatolette di caviale e bottiglie di champagne - due cose che ci piacciono tantissimo, beninteso - ora gli assegni a numerosi zeri si strappano soprattutto per avere esperienze esclusive e irripetibili, vivere autenticamente la cucina dei luoghi che si visitano, costruirsi viaggi culinari tailor made, costruiti su misura.

Ne abbiamo selezionate cinque per voi: da mettere sulla lista dei desideri, da vagheggiare a occhi aperti. O da usare come ispirazione per un viaggio più economico magari, ma non meno felice.

Sul private jet con Four Seasons

Si chiamano Culinary Discoveries i due itinerari che il Four Seasons Private Jet propone per il 2017. Due viaggi che ridefiniscono il concetto di esclusività gastronomica: sviluppati insieme a Rene Redzepi, prevedono tre settimane di viaggio intorno al mondo, 21 giorni di ristoranti stellati e autentiche esperienze culinarie, incontri con lo chef e scoperta dei prodotti locali.

La notte si dorme nei Four Seasons del luogo di arrivo, mentre a bordo del jet c'è lo chef Kerry Sears a far sì che tutto, dal servizio ai piatti (esiste un vero e proprio menu on board), sia tale e quale a un ristorante - turbolenze escluse. La prima delle Culinary Discoveries (27 maggio - 14 giugno) toccherà Seoul, Tokyo, Hong Kong, Chiang Mai, Mumbai, Firenze, Lisbona, Copenhagen e Parigi. La seconda invece (3-26 settembre) farà tappa a Seattle, Kyoto, Pechino, Maldive, Serengeti, Budapest, San Pietroburgo, Marrakech e Boston.

Il costo? 135.000 dollari a persona.
Rimandiamo al sito per maggiori informazioni.

Colazione in elicottero a Cortina

Rimaniamo ad alta quota, dove stavolta facciamo colazione. L'hotel Cristallo Hotel Spa & Golf di Cortina, 5 stelle lusso nella più lussuosa delle località sciistiche italiane, propone una colazione servita in elicottero: un'ora in volo sorvolando il suggestivo Passo Giau, con il panorama - patrimonio UNESCO - delle Dolomiti che si stende in tutta la sua magnificenza, degustando il menu concordato la sera prima con lo chef Fabrizio Albini. 

Se però la mattina preferite dormire, tra i pacchetti Wow (si chiamano proprio così) proposti dal Cristallo c'è anche una cena in funivia per sole due persone.

Sul sito dell'hotel per maggiori informazioni.

Degustare sake sulle Alpi svizzere

Aperto a fine 2013, il The Chedi Andermatt ha subito alzato l'asticella del lusso alpino da molteplici punti di vista, compreso quello gastronomico. Situato nell'omonima cittadina svizzera, l'hotel ospita un ristorante giapponese il cui food & beverage manager è Arman Jafri, sake sommelier diplomato alla SSA (Sake Sommelier Association) di Tokyo, che offre agli ospiti un'esperienza unica.

Un'esperienza di degustazione e conoscenza del sake unica, che lo diventa ancora di più se pensiamo che ci troviamo a 1447 metri di altezza. Il nostro consiglio è ovviamente provare l'intero menu kaiseki e accompagnarlo con gli abbinamenti di sake che Jafri sceglierà per voi dalla carta - la più fornita dell'intero paese.

Qui maggiori informazioni.

Lezione di sushi a Monte Carlo

Ancora Giappone, sì. D'altronde, niente evoca esclusività, bottiglie di champagne stappate con prodigalità e mance sostanziose più di un ristorante giapponese. E una sushi class al Buddha-Bar? Suona quasi troppo esclusivo per essere vero. 

Il celeberrimo club di Monte Carlo rappresenta in pieno lo spirito della città monegasca: eccessivo e vagamente pacchiano, ma anche esclusivo e indiscutibilmente affascinante. Una lezione di cucina giapponese qui comprende le tecniche base, dalla cottura del riso al taglio del pesce, e la preparazione di maki, California rolls e futomaki.

Il costo? "Solo" 200 euro.
Maggiori informazioni qui.

Pranzo sul treno verso Machu Picchu

Visitare Machu Picchu è già di per sé un'esperienza speciale. Se poi ci si arriva a bordo del Belmond Hiram Bingham, si candida a diventare il viaggio della vita. Il lussuoso treno è in stile anni Venti: nella carrozza ristorante ci si aspetterebbe da un momento all'altro di vedere Hercule Poirot (e infatti il Gruppo Belmond è lo stesso dell'Orient Express) sedersi di fianco a voi.

Come si svolge il viaggio? Partenza da Cuzco, dove l'avventura gastronomica  inizia con un brunch accompagnato da vini peruviani. Visita al sito archeologico di Machu Picchu e, mentre il treno riparte verso il paese di Poroy, è il momento di un menù di ispirazione andina - e di un buon Pisco Sour, ovviamente. 

Maggiori informazioni su date e prezzi nel sito di Belmond.

E se siete curiosi di un'esperienza culinaria "vintage" a bordo di un treno, ma il Perù è troppo lontano, Belmond ha proposte nel Regno Unito e in Scozia.

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags