Blog

News e Tendenze

Guida Michelin 2014: la terza stella va a Niko Romito

Di FDL il

Share
Guida Michelin 2014: la terza stella va a Niko Romito

La presentazione della Guida Michelin 2014 conferma i rumors della vigilia: Niko Romito, del ristorante Reale di Castel di Sangro (AQ), si aggiudica la terza stella Michelin. Lo chef abruzzese raggiunge così l'olimpo dei ristoranti tristellati insieme ai compagni Enrico Crippa, che l'aveva ricevuta proprio l'anno scorso per il suo Piazza Duomo, Massimo Bottura (Osteria Francescana), Heinz Beck (La Pergola), Nadia Santini (Al Pescatore), Massimiliano Alajmo (Le Calandre) ed Enrico Cerea (Da Vittorio), Riccardo Monco e Italo Basso (Enoteca Pinchiorri).

Emozionato fino alle lacrime, Romito - primo chef abruzzese a ricevere la terza Stella - ha ricevuto oggi l'ennesima conferma del proprio talento in un 2013 che lo ha visto conquistare anche il Trofeo Galvanina come Miglior Chef dell'Anno. "E' la stella del coraggio", ha spiegato dal palco dove è stato premiato: "Nel 2009, quando io e mia sorella abbiamo ricevuto la seconda stella, avremmo letteralmente potuto andare ovunque: ci sono arrivate molte proposte per diversi ristoranti in tutta Italia, ma abbiamo avuto il coraggio di non lasciare l'Abruzzo, la nostra terra".

Sono quindi ufficialmente 8 le Tre Stelle Michelin italiane, un numero insolito per la guida italiana, che si mantiene sempre su un numero che non supera le sette. Sono invece 40 totali le due stelle e 281 i monostellati, per un totale di 329 ristoranti in Italia: trovate qui la lista completa dei ristoranti stellati, regione per regione.


Sul versante due Stelle le novità sono il Villa Feltrinelli di Stefano Baiocco sul Lago di Garda, il Devero Ristorante di Enrico Bartolini e la Locanda Don Serafino di Vincenzo Candiano a Ragusa. Il locale siciliano dei Fratelli La Rosa è in buona compagnia, visti gli altri ristoranti bistellati del Ristorante Duomo di Ciccio Sultano, il Ristorante La Madia Pino Cuttaia e il Principe Cerami di Taormina con lo chef Massimo Mantarro.

La Guida, inoltre, mantiene la promessa fatta l'anno scorso a Giuseppe Iannotti e al suo Krésios: il giovane chef di Telese Terme riceve la sua prima Stella Michelin.

Numerosi i neo stellati pugliesi: il Pashà Ristorante e Caffè della Famiglia Magistà di Conversano (provincia di Bari), il Ristorante Angelo Sabatelli della Masseria Spina Resort (Monopoli), Ristorante Umami (Andria) dello chef Felice Sgarra. Una stella anche per il Ristorante Royal del Grand Hotel Royal & Golf di Courmayeur, con in cucina lo chef Maura Gosio (ex La Piazzetta).

In Lombardia ricevono la loro prima stella Dac a Trà (Castello di Brianza) dello chef Stefano Binda e La Presef (Mantello) di Gianni Tarabini

Qui di seguito i nuovi ristoranti stellati:
Frankrizzuti – Frank Rizzuti – Potenza
Antonio Abbruzzino – Antonio Abbruzzino – Catanzaro
Kresios – Giuseppe Iannotti – Telese Terme AV
Terrazza Bosquet – Luigi Tramontano – Sorrento 
La Buca – Grippo Gregorio – Cesenatico 
La Zanzara – Bison Sauro – Godigoro 
Inkiostro – Franco Madama – Parma 
Antonello Colonna Labico – Fabrizio Di Romualdo – Labico 
Locanda dell’Angelo – Massimiliano Torterolo – Millesimo
Dac a trá – Stefano Binda – Castello di Brianza 
La Présef – Gianni Tarabini – Mantello
I Caffi – Cane Bruna – Acqui Terme 
Il Portale – Massimiliano Celeste – Verbania 
Angelo Sabatelli – Sabatelli Angelo – Monopoli 
Pashà – Cicorella Maria – Conversano
Umami – Felice Sgarra – Andria
Belvedere – Antonello – Santa Margherita di Pula 
Castello di Fighine – Antonio Strammiello – San Casciano dei Bagni 
Alpes – Egon Heiss – Sarentino 
Tilia – Chris Oberhammer – Dobbiaco 
L’ Chimpl – Stefano Ghetta – Vigo di Fassa 
Dolomieu – Enrico Croatti – Madonna di Campiglio 
Maso Frach – Diego Rigotti – Giovo 
Petit Royal – Maura Gosio – Courmayeur 
Il ridotto – Gianni Bonaccorsi – Venezia 
Met – Luca Veritti – Venezia
San Martino – Raffaele Ros – Scorzè
Spinechile Resort – Corrado Fasolato – Schio 
Oseleta – Giuseppe D’Aquino – Cavaion Veronese 

Per la prima volta è stato possibile acquistare la Guida in anteprima già dal pomeriggio del 5 novembre, al Temporary Shop Michelin allestito in Piazza Mercanti 8. Oltre a comprarla con due giorni di anticipo rispetto al lancio ufficiale (fissato per il 7 novembre, qui il link ad Amazon) a un prezzo promozionale, gli appassionati di enogastronomia hanno avuto l'occasione di farla autografare da alcuni nuovi chef stellati.

Lo chef che quest'anno ha firmato il pranzo di gala che chiude la presentazione è Chicco Cerea del ristorante tre stelle Michelin Da Vittorio di Brusaporto. Lo scorso anno era stato firmato da un altro tristellato eccellente, Massimo Bottura.

Tags