Blog

News e Tendenze

Consegnata la laurea ad honorem a Massimo Bottura

Di FDL il

Share
Consegnata la laurea ad honorem a Massimo Bottura

Migliore chef del per i World's 50 Best Restaurants 2016, plausi per i progetti benefici dei Refettori in tutto il mondo e adesso anche una laurea ad Honorem, conferita il 6 febbraio dall'Alma Mater Studiorum di Bologna.

Il 2016 è decisamente l'anno di Massimo Bottura, lo chef tristellato dell'Osteria Francescana, ma anche il 2017 promette di non essere da meno, con  il prestigioso titolo appena ricevuto in Direzione AziendaleA consegnarglielo nell'Aula Santa Lucia proprio il Rettore dell'università bolognese Francesco Ubertini, con la laudatio del professore Max Bergami (dean della Bologna Business School). 

Perché il riconoscimento? Così ha motivato Ubertini:  «Il percorso di Massimo Bottura si colloca all'incrocio tra imprenditorialità, cultura e tecnica, e rappresenta un esempio per la diffusione della cultura italiana e per lo sviluppo del Made in Italy a livello internazionale».

Emozionatissimo Massimo Bottura, che così commenta sui social il momento precedente alla consegna della laurea:

A fare il tifo per lui durante la celebrazione tutto lo staff dell'Osteria Francescana, amici e colleghi chef: fra i tanti Massimiliano Alajmo, Davide Oldani, Moreno Cedroni, Ciccio Sultano, Cristina Bowerman. 

Che emozione sarebbe per mia mamma vedermi qui oggi, quindi vorrei dedicare a lei questo traguardo straordinariamente prestigioso, quanto inaspettato. 22 anni fa - il 9 marzo 1995 - ho aperto l’Osteria Francescana in una piccola via di Modena. Eravamo 3 in cucina, uno o massimo 2 nei weekend in sala”.
Lo chef modenese inizia così il suo discorso di ringraziamento sul palco, e continua: "Avevo grandi sogni per questa Osteria, ma niente mi avrebbe potuto preparare alle delusioni, alle difficoltà che avrei affrontato negli anni successivi, e allo stesso modo niente avrebbe potuto prepararmi alle sorprese che mi aspettavano. Perché dopo i primi anni di perdite, debiti e invisibilità, chi avrebbe mai detto che avremmo scalato le classifiche, ricevuto stelle, forchette, cappelli." 

L'esempio dello chef modenese rappresena un modello fondamentale per noi italiani: Massimo Bottura, oltre ad essere un grande interprete della cucina italiana contemporanea, è anche un imprenditore, capace di continuare e trasformare l'azienda di famiglia. Una realtà di innovazione oltre che di buona ristorazione. 

E ancora fra le motivazioni della laurea ad honorem: «La creatività di Bottura si basa su una perfetta padronanza della tecnica, fondata sul desiderio di valorizzare il territorio in cui è nato, le sue tradizioni e i suoi prodotti ».

Guarda anche: i Piatti più belli e importanti di Massimo Bottura

piatti massimo bottura

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags