Blog

News e Tendenze

11 posti dove mangiare bene all'aperto a Bologna

Di FDL il

Share
11 posti dove mangiare bene all'aperto a Bologna

Di Bologna si possono dire tante, bellissime cose. Ma non che ci sia un clima vivibile.

L'estate in città - per quanto silenziosa e svuotata dalla presenza universitaria - può tramutarsi in un lungo, ininterrotto incubo di umidità e zanzare. Fortunatamente però il capoluogo emiliano propone una notevole proposta di ristoranti all'aperto: tavolini sotto i portici, cortili segreti e deliziosi angoli di verde in pieno centro.

Abbiamo selezionato per voi 10 posti dove mangiare (bene) all'aperto a Bologna:

Il Rovescio

Immagine: Roberta Sardi

Solida certezza in centro a Bologna. Il menu, a rotazione rigorosamente mensile, ha una filosofia rigorosamente bio e a km 0: concreto e intelligente, offre molte proposte proposte vegan e valorizza eccellenze poco conosciute come la carne di bufalo. A pochi passi troviamo il Rovescio Pizza Bio, anch'esso di qualche delizioso tavolinetto sotto i portici.

Osteria Il Rovescio
Via Pietralata 75 

Sito Web

Vivo Vincenzo Vottero Taste Lab

Recentissima apertura in quel di Porta Saragozza. Lo chef Vincenzo Vottero ha lasciato l'Antica Trattoria del Treno e aperto un locale più centrale con un delizioso giardino interno. Cucina creativa e fresca, prevalentemente di pesce, e lounge con spazio cocktail, aperto dall'aperitivo al dopocena.

Vivo Vincenzo Vottero Taste Lab
Piazza di Porta Saragozza 6

Pagina Facebook

Osteria Bartolini

Inutile girarci intorno: il cortile dell'Osteria Bartolini è il più romantico della città, specialmente di sera, quando il grande platano si illumina di lucine. La cucina del ristorante, primo spin off emiliano della celebre Osteria del Gran Fritto di Cesenatico, è pescecentrica e basata su una materia prima la cui freschezza ha pochi paragoni in città.

Qui ve ne parliamo più approfonditamente.

Osteria Bartolini
Piazza Malpighi 16

Sito Web

Birrificio Zapap

Di pub che offrono tavolini all'aperto in via del Pratello, centro nevralgico della movida bolognese, ce ne sono tanti. Di pub che facciano qualità, meno. Si distingue Zapap, brew pub che accompagna le birre artigianali di sua produzione - Valsamoggia, appennini bolognesi - a pizze di ottima fattura.

Birrificio Zapap
Via del Pratello 31

Sito Web

Quanto Basta

 

🙃

Un post condiviso da Giulia Rizzoli (@giuliarizzoli) in data:

 

In primavera ed estate qualche tavolino, sotto i portici di via del Pratello, rende meno ardua l'impresa di prenotare un tavolo al minuscolo ristorante di Fabio Fiore. Godetevi la brezza e tutte le specialità romane che offre il menu, dalle imprescindibili polpette di baccalà all'ormai leggendaria cacio e pepe.

Quanto Basta
Via del Pratello 103

Sito Web

I Portici 

 

La Bottega Portici ha aperto da pochi mesi all'interno del centralissimo - letteralmente sotto le Due Torri - Palazzo Bega. Come già alla Bottega di via Indipendenza, qui potete acquistare pasta fresca e altri prodotti tipici, ma anche mangiare piatti semplici e filologici come tortelloni o tagliatelle, dalla mattina fino a tarda serata.

Bottega Portici
Piazza di Porta Ravegnana

Sito Web

Ex Forno Mambo

L'Ex Forno, all'interno del Museo di Arte Moderna di Bologna, si adegua con grazia a ogni momento della giornata, dalla colazione con un ottimo caffè americano all'aperitivo con arancini e tasche di pane farcito. Qualche tavolino fuori e la vista sul Parco del Cavaticcio, che d'estate propone sempre un'interessante rassegna cultural-musicale.

Ex Forno MAMbo
Via Don Minzoni 14/e

Sito Web

Via Belvedere

Via Belvedere è ormai uno snodo fondamentale della vita notturna bolognese. D'estate diventa una distesa di tavolini che però, a differenza della vicina via del Pratello, è molto più rispettosa di orari e altre non indifferenti questioni di ordine pubblico. A noi piacciono in particolare il Pastis, con la sua ottima selezione di vini e superalcolici, e il Senza Nome, gestito da ragazzi non udenti.

Scaccomatto agli Orti

Torna per il quarto anno consecutivo Scaccomatto agli Orti, l'evento estivo che per quatto mesi, da maggio a settembre, porta la cucina di Mario Ferrara all'interno di un delizioso giardino segreto di via della Braina. Ogni martedì, giovedì e sabato si tengono cene a menu fisso (50 euro), spesso precedute da presentazioni di libri, incontri con il produttore o dibattiti a tema food.

Scaccomatto agli Orti
Via della Braina 7

Pagina Facebook

VETRO
 

Il punto ristoro delle Serre dei Giardini Margherita è uno degli angoli più suggestivi di Bologna. Aperto sette giorni su sette da colazione a cena, punta tutto su una cucina sostenibile e molto veg. Si può mangiare all'esterno, sulle "panche orto", o all'interno delle serre. Da provare l'aperitivo: cocktail discreti e sfizi, dalle pannocchie ai falafel, molto piacevoli.

VETRO
Le Serre dei Giardini Margherita
Pagina Facebook

OLMO
 

 

Quando al posto di guardare il cielo tu soffermi sulle alveolature delle nostre focacce #solocosedaolmo #instabread #focaccia

Un post condiviso da OLMO Via G.Ercolani 1/d (Bo) (@olmo_bologna) in data:

Ve l'abbiamo già detto tante volte e non ci stancheremo mai di ripeterlo: Olmo è uno dei nostri posti preferiti a Bologna. D'estate qualche tavolino all'esterno aumenta un po' i coperti e rende più facile trovare posto. Il contesto di Porta Lame non è dei più ridenti, ma basta ordinare uno dei loro hamburger per dimenticarsene.

Olmo - Taffio e Balotta
Via Ercolani 1D

Pagina Facebook

 

Segui Fine Dining Lovers anche su Facebook

Tags