Blog

News e Tendenze

Italia chiama Hawaii, dove mangiare il poke a Milano e Roma

Di il

Share
Italia chiama Hawaii, dove mangiare il poke a Milano e Roma
Foto Mama Pokè

Ve l'avevamo detto, dopo la ceviche, il poke sarebbe diventato il trend gastronomico più amato.

Direttamente dalle Hawaii, questo piatto fresco e ricco di gusto sta letteramente conquistando il pubblico gourmet, in particolare nelle due maggiori città italiane: Milano e Roma

E, se nella capitale sono due le realtà che stanno andando ad affermarsi in questa nuova proposta gastronomica, a Milano gli indirizzi da provare sono già numerosi (e puntano molto su take away e domicilio). Scopriamo qualcosa in più sul poke e dove poterlo mangiare a Milano e Roma. 

Poke: cos'è

Foto: Poku Poke Place

Il poke è un'insalata di pesce crudo tipica delle Hawaii. Immancabili nella sua ricetta sono i cubetti di pesce crudo (o scottati, in una delle sue tante rivisitazioni), conditi e macerati con ingredienti vari, la cui base è di solito composta da salsa di soia o olio di sesamo, sale marino, cipolla (in particolare quella dolce di Maui). 

Poke: dove mangiarlo a Milano

Foto: I Love Poke

Tra i molteplici indirizzi meneghini, pionere è stato sicuramente I love Poke di Rana Edwards (che, dopo piazza Mercanti e via Tortona, apre ora in via Fabio Filzi, con progetti già avviati su Torino, Dubai e Londra). Qui si sceglie la dimensione della bowl, la base (tra riso, insalata, riso integrale), ancora le proteine (differenti tipi di carne, pesce, tofu, etc.), la frutta, la verdura e le salse. Abbondante e goloso, è davvero molto gettonato. 

Formula simile per due locali dal design accattivante e tropicale: Poku Poke Place, che sfama anche chi è attento alla linea in quel di corso Sempione, e Maui Poke, in via San Vittore al Teatro.  

Sempre attenti alle tendenze, anche i Macha Cafè (in Porta Volta, Porta Vittoria e Porta Nuova e, a breve, in Porta Venezia e in porta Ticinese), hanno deciso di affiancare alle loro mitiche bowl giapponesi, una serie di golosi pokè. E, sempre a proposito si influenze latine e nipponiche: aprirà a giorni in corso Sempione, all'angolo con via Poliziano, Moray, con un'offerta irresistibile per gli amanti di crudi e marinati tra poke, ceviche, tiradito, uramaki. 

Stanno infine per fare il loro debutto a Milano My Poke (ghost restaurant attivo su Deliveroo), e Pokeria, format dedicato all'healty food hawaian sviluppato dal brand di sushi Nima, che partirà già con tre sedi: corso XXII Marzo, piazza XXV Aprile, corso Venezia. 

Poke: dove mangiarlo a Roma

Nella capitale il poke si può invece trovare da Mama Poke, food shop in via Sforza Pallavicini, nel quartiere Prati, fortemente voluto dai proprietari Stefano Costi e Giulia Castellini dopo un viaggio alle Hawaii. Anche qui il piatto lo compone il cliente seguendo vari step (scelta della base, scelta della proteina, scelta della marinatura, scelta del topping).

Si definisce hawaiian bar e sta nel quartiere Monti Ami Poke. L'offerta di questo localino affianca alle bowl "da costruire" anche appetizer, sushi-burrito, insalate e dessert.

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

 

Tags