Blog

News e Tendenze

Transiberiana, degustazione su rotaie | Prima Parte

Di il

Share
Transiberiana, degustazione su rotaie | Prima Parte

Cibo e viaggio. Vanno insieme come sale e pepe. Viaggiamo per provare gusti nuovi ed esotici, per scoprire il territorio di un paese, ed esplorare la ricchezza della loro cucina. Ma una sola destinazione non è mai abbastanza. E per questo il viaggio continua. 

Ferrovia Transiberiana, Parte 1: dove mangiare 

Percorre circa 9000 km, due continenti e sette fusi orari, la Ferrovia Transiberiana è uno dei più famosi viaggi in treno. Dall'Europa all'Asia, questa leggendaria linea sfreccia da metropoli come Mosca, e corre attraverso gli Urali, la Siberia, fino a Vladivostok sulla costa russa dell'Oceano PacificoUn viaggio talmente mastodontico che necessita di essere diviso in due parti. 

Se lo fate tutto in una volta, impiegherete 6 giorni. Ma dov'è il divertimento in tutto questo? Ci sono tanti treni ed è possibile spezzare il viaggio ed esplorare nella vera anima della Russia. Qualsiasi sia il periodo dell'anno, potrete vivere arte e cultura, in città vibranti e paesaggi spettacolari della Steppa e Taiga. Ma il cibo durante la Transiberiana com'è?

Sopravvivere a bordo

Mangiare sul treno della Transiberiana è un mix di esperienze altalenanti. Il cibo freddo o caldo a bordo difficilmente è definibile gourmet, ma potreste essere fortunati e trovare una ciotola di Borscht (minestra a base di barbabietole ucraina) o un cremoso porridge caldo con frutta secca. Il Samovar - un contenitore in acciaio - alla fine di ogni carrozza è comunque una benedizione, sempre a disposizione per offrire dell'acqua bollente per infinite tazze di tè e occasionalmente dei noodle istantanei. Ma la tregua arriva ad ogni fermata nelle stazioni, dove delizie locali vengono vendute sui binari, o dietro i gate della stazioni, dove un mondo di scoperte gastronomiche vi aspetta. 

1. Mosca: dagli chef new wave ai piatti tipici 

Cominciamo la classica Transiberiana con la capitale russa, Mosca. Il suo rinascimento gastronomico offre ai viaggiatori la possibilità di scoprire la cucina più sperimentale e i piatti nostalgici stile sovietico. 

Decenni di scarsità hanno portato la cucina russa a stagnare, ma i nuovi giovani chef russi stanno cambiando tutto questo. Vladimir Mukhin utilizza i migliori prodotti locali nel suo ristorante fatto di vetri - il White Rabbit - dove il suo Granchio Hamachatka con slsa di carote, è diventato il faro della nuova gastronomia russa. Nel frattempo al Twins, i fratelli Ivan e Sergey Berezutskiys applicano in piatti come Anatra, mirtilli e  torta di mele‘papirovka’, tecniche moderne a ingredienti tradizionali. 

White Rabbit
Piazza Smolenskaya
Website

Twins Malaya
Bronnaya, 13
Website

Molte tradizioni gastronomiche al LavkaLavka, un progetto dalla fattoria alla tavola, che ridà vita a vecchie ricette e promuove ingredienti biologici e di stagione, mentre crea sinergie con i contadini e i produttori. Godetevi il luccio del fiume Volga o la renna della Tundra ghiacciata al nord della Siberia. Prendete un altro boccone di passato al Stolovaya No. 57, un self-service/ cantina che replica i piatti del celebre libro dell'era di Stalin Rivoluzione in cucina. A tavola con Stalin: il libro del cibo gustoso e salutare.

LavkaLavka
Petrovka, 21/2
Website

Stolovaya No. 57
GUM Department Store, Piazza Rossa 
Website

Una buona idea prima di ripartire con la Transiberiana, è fare rifornimenti per il viaggio presso il mercato Danilovsky. Questo mercato contadino a forma di UFO è pieno di prodotti locali, frutta e verdura, così come salsicce piccanti, formaggi, marmellate, frutta secca e noodle istantanei. 

Danilovsky Market
Muytanaya St.
Website

2. Nizhny Novgorod: la capitale di cibo e cultura 

Conosciuta prima come Gorky, dopo lo scrittore Maxim Gorky, questa città molto attraente sulle rive edel Volga ha arte e cultura che scorre nelle sue vene. Il suoeda i kultura’ movimento di cibo e cultura comprende un network di ristoranti come Bezukhov  un caffè letterario colorato e centro creativo, e Bufet, caffè artistico dove il movimento cominciò nel 2005. Date un occhio alle mostre e agli eventi che si tengono in città quotidianamente. 

Bezukhov
Rozhdestvenskaya ul. 6
Website

Bufet
Zvezdinka 10/52
Website

Prima di rimettervi in marcia, immergetevi nella scena birraia di Nizhny da al Ale Capone, Rebel Craft Beer o al Pivoteka Hophead. Tutti offrono diverse birre artigianali russe e internazionali, con l'opportunità di prendere qualcosa per il viaggio o come souvenir. 

Ale Capone
Bolshaya Pokrovskaya St., 2

Rebel Craft Beer
Kozhevennyy per 7
Website

Pivoteka Hophead
Rozhdestvenskaya St., 8B
Website

3. Yekaterinburg: il varco per l'Asia 

Appena la Transiberiana attraversa gli Urali, dall'Europa dentro l'Asia, è costume alzare due bicchierei (vodka, birra, vino, scegliete voi) uno in ogni continente. Potete scendere a Yekaterinburg sul versante asiatico, dove potete provare la versione degli Urali dei ravioli Pelmeni, al  26/28 di Vladimir Olkinitskiy. Oppure potete accovacciarvi nella vostra confortevole cabina letto con aria condizionata e sgranocchiare uno snack gurdando il panorama puntinato di alberi di betulla e dacha di legno.   

26/28
Lenina St. 26/28
Website

4. Barabinsk: uno stop di 15 minuti

Date un occhio a Barabinsk, a 3000km ad est di Mosca, dove le donne locali vengono con pesce disidratato e affumicato, dolci e torte sul binario. Ci sono solo 15 minuti di stop, ma i tuoi compagni di cabina divideranno con te volentieri i loro acquisti mentre il treno taglia a tutta velocià miglia e miglia di Siberia verso il Far East russo. 

A presto con la Parte 2: Dalla Mongolia, la cucina Buryat in a Irkutsk e il Lago Baikal, per saggiare un po' di Nord Corea alla fine della Transiberiana a Vladivostok.
 

Photo credit: Golden Eagle Luxury Trains 

 

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags