Blog

News e Tendenze

Valencia: Dove Mangiare tra Paella e Mercati

Di il

Share
Valencia: Dove Mangiare tra Paella e Mercati

Due sono le immagini iconiche di Valencia, le prime a venirci alla mente quando pensiamo alla città, terza in Spagna per numero di abitanti e capoluogo della comunità autonoma valenciana, sulla costa orientale del paese.

Una è la Città delle Arti e delle Scienze di Calatrava, costruita in occasione di Expo e immortalata in centinaia di selfie di turisti. L’altra è la paella. Due immagini effettivamente rappresentative della Valencia di oggi: una città confortevolmente accoccolata in una dimensione provinciale, fiera della sua tradizione e gelosa dei suoi ritmi lenti, ma anche una città che si evolve a ritmo continuo - anche dal punto di vista ristorativo. 

Alla ricerca dell'autentica paella

La paella, uno dei piatti più conosciuti ed esportati di tutta la Spagna, è nata proprio a Valencia. E a differenza di quanto si crede comunemente,non contiene pesce, ma solo carne: pollo, coniglio, taccole, fagioli e peperoni (opzionali le lumache).

Gli indirizzi da segnalare in città sarebbero tantissimi: una delle migliori si trova sicuramente a Casa Carmela. In posizione defilata rispetto al centro, il ristorante nasce sulla spiaggia di Malvarrosa negli anni Venti, ed è ancora gestito dalla stessa famiglia. Qui la paella si prepara rigorosamente sul fuoco a legna, utilizzando ingredienti freschissimi e per un numero massimo di clienti al giorno: quando vi arriverà al tavolo con il perfetto strato “tostato” di riso sul fondo della padella (socarrat), il sottile aroma di zafferano e quello del fuoco che si mescolano, capirete che tutte le paelle mangiate in vita vostra sono state solo una pallida imitazione.

Casa Carmela Restaurant
Carrer d'Isabel de Villena, 155, 46011 Valencia
Tel. +34 963 71 00 73
Sito Web

La paella però non si scopre solo a suon di cucchiaiate di legno (la posata tradizionale con cui andrebbe servita). Per approfondire il ruolo fondamentale che la coltivazione di riso ha avuto in Spagna in generale, e nella regione di Valencia - nel Parco Naturale dell’Albufera che si estende a sud della città - in particolare, fate un salto al Museo del Riso, all’interno di un vecchio mulino, restaurato dal Comune e dall’Università di Valencia.

Se il vostro itinerario prevede escursioni fuori città spingetevi fino all’affascinantissima laguna di Cullera. Qui da sessant’anni - senza mai un giorno di chiusura, come amano sempre ricordare i proprietari - Casa Salvador propone la paella della tradizione, ma anche sue reinterpretazioni come quella ai frutti di mare, quella con anatra e anguilla o quella al nero di seppia. Da provare la fideuà, che utilizza una sorta di spaghettini. Superba la selezione di antipasti: cominciare la cena con un bicchiere di cava accompagnato da acciughe e jamòn, mentre il tramonto tinge pigramente le acque della Cullera, è un’esperienza da cartolina che non si dimentica facilmente.

Casa Salvador
Avinguda de l'Estany, s/n, 46400 Cullera, Valencia
Tel. +34 961 72 01 36
Sito Web

Not-to-miss

Non solo paella nelle tappe mangereccie obbligatorie a Valencia. Il modo migliore per cominciare l’esplorazione del centro storico è in un’horchateria dove provare la bevanda tipica cittadina, una sorta di latte fatto di acqua, tiger nuts e zucchero.

In Piazza Santa Catalina troviamo le storiche e rinominatissime Horchatería Santa Catalina e Horchatería El Siglo. Più turistica la prima e più intima la seconda, entrambe offrono un’horchata come tradizione vuole: cremosa e dolcissima. Se le calorie non fossero abbastanza, pucciate nel vostro bicchiere i fartons, grissini giganti di pasta lievitata ricoperti di zucchero e a volte di cioccolato.
 

Horchateria de Santa Catalina
Plaza Santa Catalina, Valencia
Tel. (+34) 96 391 23 79
Sito Web

Una delle attrazioni turistiche di Valencia è sicuramente il Mercado Central. Nei suoi 8.160 metri quadrati, all’interno un’edifico modernista dei primi del 900, si trovano 300 produttori con eccellenze gastronomiche da tutte le parti del paese. Si entra per curiosità, si esce così carichi di Cecina de Léon (carne bovina essiccata) e formaggi da dover acquistare una valigia in più per il ritorno. Frequentatissimo, sia dai turisti che dai locali, anche il Mercado de Colón. Se volete mangiare qualcosa di veloce e poco impegnativo, nel primo c’è il Central Bar e nel secondo l’Habitual, entrambi di proprietà dello stellato chef valenciano Ricard Camarena.

Infine, nessuna giornata in Spagna può dirsi completa senza aver fatto un giro di tapas. Da Casa Montaña, in un’avvolgente atmosfera fané, si trovano quelle più conosciute, dalle patatas bravas alle berberechos (conserve) di pesce, con una splendida selezione di vini.

Il regno di Quique Dacosta

A mezz’ora di macchina da Valencia troviamo Dénia, cittadina marittima resa famosa dal suo figlio più illustre, Quique Dacosta. 29 anni di carriera alle spalle, tre stelle Michelin conquistate nel 2013, lo chef ha una posizione di punta nella frangia avanguardista spagnola orgogliosamente rivendicata nelle interviste - "Mangiare è una delle attività che si fanno al ristorante, ma non l'unica. La cucina d'avanguardia dovrebbe essere liberata dalla responsabilità di nutrire le persone” ci racconta qui.

Seduti ai tavoli del ristorante - all’interno del quale si respira tutta la passione di Dacosta per arte, design e architettura - si viene guidati in un viaggio in cui il territorio valenciano e i suoi prodotti, dal gambero rosso di Alicante al riso Gleva D.O., sono complici ma mai protagonisti unici. Il tema del menu degustazione cambia ogni anno, per un’esperienza dalla forte carica emozionale, senza concettualismi asciutti, con passaggi di pura poesia e altri di stuzzicante provocazione.

Quique Dacosta
Urbanización El Poblet
Calle Rascassa, 1, 03700 Dénia, Alicante

Tel. +34 965 78 41 79, Website

Se limiti di budget - o di logistica - vi trattengono a Valencia, Dacosta ha aperto altri tre locali nei confini cittadini: lo stellato El Poblet, l’informale Vuelve Carolina e lo strepitos Mercat Bar, un viaggio nello street food internazionale in formato tapas, dal Cuba Libre di foie gras al taco di anatra alla pechinese (menu degustazione da 15, 22 e 30 euro).

El Poblet
Carrer de Correus, 8, 46002 Valencia
Tel. +34 961 11 11 06
Sito Web

Vuelve Carolina
Carrer de Correus, 8, 46002 Valencia
Tel. +34 963 21 86 86
Sito Web

Mercat Bar
Carrer de Joaquín Costa, 27, 46005 Valencia
Tel. +34 963 74 85 58
Sito Web

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags