Blog

Agenda

Expo Rurale 2013, la campagna in città

Di FDL il

Share
Expo Rurale 2013, la campagna in città

Tutto pronto a Firenze per Expo Rurale Toscana 2013, evento promosso da Regione Toscana che dal 12 al 15 settembre porterà nella Fortezza da Basso le tante anime della realtà rurale: dalla viticoltura all'allevamento, passando per il florovivaismo, la pesca o i mestieri legati al legno. L'ingresso è gratuito e le porte sono aperte dalle 10.00 alle 22.00.

Per questa terza edizione della manifestazione la campagna entra nel cuore della città: i visitatori potranno acquistare i prodotti appena raccolti nel grande mercato contadino, vedere e conoscere gli animali da fattoria, scoprire la cucina e i prodotti tipici toscani, imparare a degustare il vino ma anche a fare un orto, a innestare le viti, a mungere il latte, fare il miele o salare le acciughe. In programma laboratori e fattorie didattiche anche per i bambini, e per quelli piccolissimi c'è l'Agrinido

Molte le proposte food: si potranno gustare le creazioni dello chef Marco Stabile, presente all'inaugurazione della manifestazione per esibirsi in un cooking show come faranno anche i famosi chef toscani Gianluca Gorini del ristorante Le Giare di Montiano, Beatrice Segoni del Ristorante Borgo San Jacopo di Firenze e Vito Mollica del Palagio, all'interno del Four Season di Firenze.

I cooking show non finiscono qui, perché nel corso delle quattro giornate diciassette giovani chef si sfideranno mostrando al pubblico la propria abilità per conquistare il titolo di Miglior Chef Emergente del Centro. E ancora, il programma 10 chef x10 Filiere presenta 10 famosi chef del territorio impegnati in cooking show tutti toscani, ciascuno in rappresentanza di una delle 10 filiere agricole: Francesco Bracali del Bracali di Massa Marittima per la cerealicoltura, Luciano Zazzeri del ristorante La Pineta di Marina di Bibbiona per il pesce e l'acquacoltura, Nino Mosca del ristorante Il Boccaccio di Montignoso per la filiera "Volti, racconti ed esperienze", Matia Barciulli dell'Osteria Passignano di Tavernelle Val Pesa per la filiera zootecnica, Luca Landi del Lunasia di Tirrenia per la filiera della foresta e del legno, Igles Corelli del ristorante Atman di Pescia per il florovivaismo, Nico Atrigna del Le Logge di Siena per la viticoltura, Carlo Cioni, proprietario del ristorante Da Delfina di Artimina per la filiera della caccia, Paolo Tizzanini del ristorante Acquolina di Terranova Bracciolina per l'ovicoltura e infine Cristiano Tomei del ristorante L'Imbuto di Lucca per la filiera della multifunzionalità.
Vetrina Toscana ha allestito il Ristorante Rurale nella Sala dell'Arco e della Volta della Fortezza: qui sette cuochi propongono una "cucina di orto e di mercato", in cui la materia prima è protagonista.

In contemporanea con l'evento nella Fortezza da Basso, nell'area circostante Firenze si svolge L'Altra Expo Rurale, un fitto calendario di appuntamenti fuori fortezza.

Per contatti, informazioni e per scaricare il programma dettagliato cliccate qui.

Tags