Blog

Lo voglio

Ricette tradizionali dell'Appennino nel libro Cucina di Frontiera

Di FDL il

Share
Ricette tradizionali dell'Appennino nel libro Cucina di Frontiera

C'è una terra, tra Toscana ed Emilia Romagna, di sapori forti e tradizioni secolari. Patria di una cucina saporita e intensa,  basata su pochi ma genuini ingredienti: castagne, funghi, pane sciapo ma condimenti saporiti, pasta fresca e selvaggina locale.  È in questa terra che lavora Lucia Antonelli, chef de La Taverna del Cacciatore a Castiglione dei Pepoli e da poco autrice di Cucina di Frontiera. Ricette di montagna e Tradizione (12.67 euro, Minerva Edizioni).

Nata a Castiglione da una "famiglia montanara", l'Antonelli è cresciuta - unica nipote femmina - nelle cucine di casa, istruita dalla nonna e dalla mamma. Pasta fresca in primis: al punto che quest'anno, per la seconda edizione di seguito, i suoi tortellini sono stati giudicati i migliori della regione. Un bel traguardo per una che ha studiato per diventare insegnante di educazione fisica. La Taverna del Cacciatore era il ristorante dei suoi suoceri, e lei ha iniziato a lavorarci relativamente tardi, ne 1991, a 27 anni.

Nel libro potete avere un assaggio, pur virtuale, della cucina della Taverna: a metà tra tradizione emiliana e tradizione toscana, Crescentine condite e Schiacciata alla fiorentina. Un'introduzione breve e sobria, ricette semplici, niente frizzi superflui e manie di grandeur: un ricettario nel senso originario del termine, come se ne trovano ancora pochi. Il posto d'onore, ovviamente, spetta alla selvaggina e alle castagne. Da provare le Pappardelle al rosmarino con fagianella o i Germani con pancetta e uva e - come alternativa per gli amici vegetariani - i Ciacci (crespelle di farina di castagne) con pecorino, noci e radicchi amari o la Polenta di castagne con uova e formaggio.

Trovate Cucina di frontiera su Amazon

Tags