Blog

Lo voglio

Queste insalate non te le aspetti: il libro perfetto per i tuoi pranzi in ufficio

Di FDL il

Share
Queste insalate non te le aspetti: il libro perfetto per i tuoi pranzi in ufficio

Bistrattata l'insalata: delegata al mero ruolo di contorno, spesso dimentichiamo come possa rappresentare un pasto completo, leggero e assolutamente gustoso. Se le idee latitano, però, non disperate, c'è il libro di cucina che può rivoluzionare il mondo della pausa pranzo: Insalate di David Bez del blog di cucina Salad Pride (Il Castello Editore, 14 euro).

Chiariamo subito: qui non è uno chef a parlare, David è un grafico -  le composizioni e le foto dei piatti ve ne daranno prova - che ha deciso di esplorare il suo amore per le insalate. Nessuna presunzione di insegnare a qualcuno a cucinare, piuttosto la voglia di condividere le sue pause pranzo preparate con una sola ora a disposizione e capaci di rispondere alla necessità di pasti veloci, sani e gustosi.

David per poter mangiare cibo sano e fresco ha deciso di preparare ogni giorno il suo pranzo in ufficio, alla scrivania e senza microonde. Perché oltre all'insalata in sè David esalta anche il rito della preparazione, un gradevole intermezzo che ci allontana dal computer. E dopo qualche consiglio sugli abbinamenti e su come David crea un'insalata, il libro si concede alle ricette: onnivore, vegetariane, vegane e crudiste, insomma per tutti i gusti e le esigenze.

Non si scherza neanche con i condimenti: vinaigrette, pesti e creme ( da provare la maionese allo zafferano quella con cocco e zenzero).

Divise per stagione, queste insalate non solo vi faranno venir voglia di andare al mercato e di preparare il vostro pranzo a lavoro sempre e comunque, ma vi daranno degli ottimi spunti per degli abbinamenti sorprendenti, vedi l'insalaa Uva Nera, Melone & Crema Ai Semi di Canapa, Carote Viola, Peperone Rosso & Pesto Rosso, e Lenticchie Nere, Couscous & Pecorino.

Per acquistare il libro andate pure sul sito di Castello, e se volete dare un occhio alle ricette, guardate queste cinque gentilmente concesse dall'autore. 
 

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags