Blog

Lo voglio

Toscana da bere: viaggio mixologico nella terra del Negroni

Di il

Share
Toscana da bere: viaggio mixologico nella terra del Negroni

Non potevano scegliere momento migliore i giornalisti Federico Bellanca e Marco Gemelli per dare alle stampe il volume Toscana da Bere (ed. Il Forchettiere, 280 pagine): un libro che seleziona i 70 migliori cocktail bar della regione, raccontando altrettante storie di miscelazione e restituendo al lettore un quadro beverino completo del territorio. Territorio che ha dato i natali al Negroni, uno dei drink più amati e famosi d'Italia, che proprio nel 2019 compie 100 anni. 

"L'idea arriva in un momento in cui la mixology toscana vive una fase di profonda espansione, con un'attenzione sempre crescente al bere miscelato di alta qualità testimoniato da iniziative come la Florence Cocktail Week (in programma in questi giorni, dal 6 al 12 maggio 2019, ndr). L'obiettivo del volume è diventare il punto di riferimento editoriale del settore, che ancora non comprende una 'fotografia' attuale - né online né offline - del fenomeno in Toscana", spiegano i due autori.

Così, sfogliando Toscana da Bere, si spazia dal centro di Firenze, con i suoi palazzi rinascimentali, alle cantine del sale medicee del porto di Livorno, fino alle stalle papali di PienzaE si scoprono storie e racconti inediti di chi ha sposato la causa del bere bene, dal bartender all'imprenditore, al produttore di grappa. 

Un viaggio che ha portato i due autori a esplorare bar, ma anche ristoranti, hotel e distillerie, e a raccontare di persone e di luoghi diversi: dal cocktail bar all'interno di una chiesa sconsacrata a quello sorto in un appartamento, dal locale che ospitò il più antico cinema del Paese al bar allesito addirittura dentro una funicolare. 

Nel volume non mancano le interviste: si va da Gino Paoli alla curatrice della Florence Cocktail Week Paola Mencarelli, sino a Luca Picchi, considerato il massimo esperto in tema di Negroni. A conferma dell'interesse crescente verso il mondo della mixologia, poi, un'intera sezione è dedicata ai ristoranti che curano con attenzione la drink list e al pairing d'autore, cocktail-piatto

I più curiosi potranno scoprire Toscana da Bere proprio nei cocktail bar della regione: il volume sarà "in tour" in tutte le province per una serie di presentazioni (qui il calendario). Un libro da leggere... tutto d'un sorso.  

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags