Blog

L'arte della convivialità

Tante portate a tavola? Esiste una sequenza giusta e te la spieghiamo qui

Di FDL il

Share
Tante portate a tavola? Esiste una sequenza giusta e te la spieghiamo qui

Avete organizzato una cena, non proprio informale, e il menu comprende numerose portate? Qual è la sequenza giusta per proporre agli ospiti i favolosi piatti che avete preparato?

Si, anche in questo caso ci sono delle regole da seguire e noi siamo qui per darvi una mano. 

Sequenza dei piatti a tavola - una guida snella

Semplifichiamoci la vita e scopriamo tuta la corretta sequenza di portate, anche in base a temperature e sapori. 
 
  • Gli antipasti caldi vanno serviti per primi, solo dopo si possono proporre quelli freddi.
     
  • Terminati gli antipasti tocca ai primi piatti: servire prima quelli dal sapore più delicato e procedere per gradi verso quelli più intensi.
     
  • Per quanto riguarda i secondi, il principio è lo stesso: procedere dai sapori più leggeri a quelli più decisi permette di gustare tutte le sfumature delle pietanze, quindi è consigliabile, per esempio, portare in tavola prima il pesce, poi la carne. Se avete preparato diversi secondi di carne, fate in modo che gli ospiti assaggino prima le carni bianche e poi quelle rosse.
     
  • Se avete pensato a una selezione di formaggi serviteli dopo il secondo e i contorni. 
     
  • Dopo i formaggi potrete servire i dessert e solo dopo la frutta
 
E per i bis come la mettiamo?
Alcune portate possono essere servite due volte, altre no: un bis del secondo o dell’antipasto è contemplato, ma è bene non servire mai due volte un consommé, una zuppa, il formaggio o la frutta. 
 
E naturalmente attenzione ai bicchieri: non dimenticate di cambiare quelli del vino ogni volta che aprite una bottiglia diversa.
 
Infine, quando il pasto è concluso, è buona educazione servire il caffè ed eventuali bevande in salotto - se lo avete - e non a tavola.
 
come apparecchiare a tavola

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags