Blog

Dritte in cucina

Brindisi in laguna. I vini perfetti da abbinare alla cucina veneziana

Di il

Share
Brindisi in laguna. I vini perfetti da abbinare alla cucina veneziana
Foto StockFood

Venezia città unica al mondo per la sua storia, l'arte ed un fascino segreto che si palpa soltanto attraversando calle e scoprendo scorci inediti, magari proprio su una delle isole meno battute dal turismo di massa ma altrettanto speciali.

Ma l'unicità di Venezia passa anche attraverso la sua cucina tradizionale e le antiche ricette più o meno note.

Per un perfetto pranzo veneziano, abbiamo incontrato Ottavio Venditto, sommelier de Le Locandiere, concept gastronomico nato sul Lido di Venezia che, con base al Relais Alberti, propone nell'isola appuntamenti, cene ed iniziative all'insegna del biologico, del tradizionale e del km 0 (basti pensare che tutta la verdura che impiegano proviene dagli orti del caratteristico borgo di Malamocco ed il pesce arriva esclusivamente dalla laguna).

Abbiamo chiesto a Venditto alcune preziose dritte per un perfetto wine pairing con alcuni piatti della cucina veneziana. Scopriteli e... provateli.

Gli abbinamenti perfetti tra vino e cucina veneziana

  • Per un aperitivo semplice, che introduca al pranzo o alla cena, si possono proporre delle verdure, coltivate negli storici orti di Venezia, in pinzimonio, oppure del baccalà mantecato o del gamberi della laguna flambè come antipasto. Con tutte queste portate è l'ideale rimanere in Veneto servendo un Conegliano Vadobbiadene DOCG Brut Nature Rive di Ogliano Biancavigna.

Foto: Julien Haler / Flickr.com

  • Come primo, si può optare per un piatto povero della tradizione, non scontato e davvero delizioso: gli spaghetti alla Malamocchina (un sugo di cozze sgusciate e pomodoro). I più audaci possono utilizzare il sugo per condire della pasta ripiena come i ravioli. Questa portata si abbina perfettamente con un Massifitti IGT Veronese di Suavia (100% Trebbiano di Soave).
  • Immancabile questo secondo: saremo anche il laguna ma non si può davvero resistere al fegato alla veneziana (talvolta servito con polenta abrustolita), che si abbiano benissimo ad un Pinot Nero Ottin (Vallée d'Aoste), un vino fresco con tannini di velluto.

Foto: StockFood

  • Se proprio non potete rinunciare al "pescato", ecco il fritto misto di laguna, con cui si sorseggia piacevolmente un pregiato Champagne Gonet-Médeville - Blanc de Blancs - Champ d'Alouette - Le Mesnil sur Oger Extra Brut Grand Cru (100% Chardonnay)

 

Volete scoprire il wine pairing ideale con i piatti tradizionali emiliani? Le dritte della sommelier Francesca Gori.

Segui Fine Dining Lovers anche su Facebook

Tags