Blog

Dritte in cucina

Come aprire le ostriche facilmente: Manuale di sopravvivenza per piscivori

Di FDL il

Share
Come aprire le ostriche facilmente: Manuale di sopravvivenza per piscivori

Molluschi dal gusto intenso, le ostriche, per alcuni afrodisiache soprattutto in combo con un buon bicchiere di champagne. Ma come gustarle a casa vostra al meglio, ovvero come scegliere e come aprire facilmente le ostriche?

Ancora una volta abbiamo chiesto aiuto allo staff della Pescheria Da Claudio di Milano, che ci ha spiegato come si aprono con un coltellino, come riconoscere quelle fresche e come si conservano. 

COME RICONOSCERE LE OSTRICHE FRESCHE
Riconoscere le ostriche fresche è facile: quelle appena pescate hanno un loro peso, ovvero sono piene d'acqua di mare e quindi pesanti. Quando sono leggere e appena aperte vuol dire che iniziano a non essere più buone. 

COME APRIRE FACILMENTE LE OSTRICHE
1. Prendete un coltellino appuntito, meglio un apri ostriche; tenere la conchiglia con la mano sinistra e, a meno che non siate un esperto come il membro dello staff della Pescheria da Claudio qui sotto, meglio indossare un guanto da forno che vi protegga dal guscio dell'ostrica, con il quale potreste tagliarvi.

2. A questo punto infilate la il coltello nell'apertura, giratelo e tagliare il nervetto che tiene unita l'ostrica. Percorrete poi con il coltello tutto il guscio.

3. Fate poi leva senza troppa forza, onde evitare di farvi male e soprattutto di rovinare l'ostrica o disperdere l'acqua di mare al suo interno.

4. Una volta aperta l'ostrica con facilità tagliate il muscolo che tiene il mollusco attaccato alla conchiglia e servite con la sua acqua e una fettina di limone.

COME CONSERVARE LE OSTRICHE
È buona norma comprare le ostriche il giorno stesso o pochi giorni prima di una cena, ma se aveste bisogno di conservarle sappiate che le ostriche possono durare in frigo addirittura una settimana.

Ovviamente vanno sempre conservate in frigo, rigorosamente non aperte e in una bacinella, meglio se con un panno umido sopra o addirittura della carta di giornale bagnata: le ostriche devono prendere aria e umido allo stesso tempo per conservarsi al meglio.

Un altro metodo per conservare le ostriche è quello di metterle in acqua salata con una proporzione di 100 gr di sale per un 1 l d'acqua. 

Scoprite anche:

Come riconoscere il pesce fresco

Come pulire il pesce

Tags