Blog

Dritte in cucina

Come cucinare il pesce spada. Le ricette più saporite

Di FDL il

Share
Come cucinare il pesce spada. Le ricette più saporite
Foto Stijn Nieuwendijk - Flickr

Il pesce spada è un ottimo ingrediente per chi cerca un piatto leggero e ricco di proteine. Le sue carni hanno un'ottima consistenza in bocca e un sapore delicato, che si presta bene a varie interpretazioni. Vediamo quali sono le migliori tecniche di cottura per portarlo in tavola.

La cottura in forno

Il pesce spada al forno è una ricetta semplice e di sicura riuscita. Per prepararlo bisogna, prima di tutto, acquistare dei tranci regolari di pesce spada di buona qualità, privarli della pelle, sciacquarli sotto l'acqua corrente e tamponarli con della carta assorbente. 

Preparate quindi un trito con aglio, origano, prezzemolto, scorza di limone e origano ed emulsionatelo con del vino e del succo di limone: questa marinata dal profumo mediterraneo darà sapore al pesce e impedirà che le carni si secchino durante la cottura in forno.

Lasciate riposare i tranci nel liquido per 10 minuti e poi infornate in forno caldo a 180° per circa 15 minuti.

Se volete un piatto ancora più sapido e saporito potete aggiungere alla marinata dei filetti di acciuga. 

Se non volete sporcare e mantenere la morbidezza delle carni, potete cucinare il pesce spada al cartoccio: basterà mettere sulla pirofila un foglio di carta da forno, adagiarvi il pesce e aggiunge pomodorini, capperi dissalati, olive, timo e un filo d'olio. Poi chiudete il tutto con uno spago formando un fagotto.

Cuocete in forno caldo a 180° funzione ventilata per circa 35 minuti. Se vi risulta più semplice, potete aiutarvi a creare il cartoccio posizionando un foglio di alluminio sotto alla carta da forno. 

Gli ultimi cinque minuti di cottura, ricordate di aprire un po’ il cartoccio, in modo da far asciugare i liquidi in eccesso.

La cottura in padella

Se il tempo è poco, sarà ancora più facile prepararlo in padella. Bisogna mettere due cucchiai di olio extravergine in una padella, possibilmente antiaderente, lasciarlo scaldare e adagiarvi i tranci di pesce. Dovete tenere la fiamma alta all'inizio, in modo da cicatrizzare la parte esterna, e poi abbassarla in modo da portare il pesce a completa cottura. Ci vorranno circa 5 minuti per lato. Salate, trasferite il pesce su un piatto e decoratelo con prezzemolo tritatoRicordate che, anche in questo caso, una marinatura con vino bianco e limone può migliorare la consistenza e la morbidezza delle carni.

Per un risultato più ricco, potete soffriggere nell'olio uno spicchio d'aglio, aggiungere del pomodoro fresco tagliato a cubetti, qualche cappero e olive a rondelle (verdi o nere, secondo il vostro gusto). Lasciate cuocere 2 minuti, aggiungete i tranci di pesce spada, sfumate col vino bianco e lasciate cuocere una decina di minuti. Aggiungete il prezzemolo tritato come tocco finale.

La griglia e la piastra

Jessica and Lon Binder - Flickr

Anche quando si parla di griglia, la marinatura è un importante caposaldo. Olio, sale, rosmarino, un pizzico di peperoncino, una scorzetta di limone grattugiato e una spruzzata di limone saranno il condimento in cui lasciare il pesce spada a riposare per un paio d'ore in frigorifero. Per un tocco esotico provate ad aggiungere lo zenzero.

Una volta marinato, scolate il trancio e tamponatelo delicatamente con la carta assorbente. Se avete la fortuna di avere un barbecue, preparate le braci e mettete il pesce sulla griglia, lasciandolo 5 minuti per lato in modo che si creino le caratteristiche strisce scure. Potete spennellarlo con un rametto di rosmarino bagnato di olio extravergine durante la cottura.

Una cottura simile si può ottenere in casa lasciando scaldare per bene la piastra e facendo cuocere il spada per almeno 3 minuti per lato, senza rigirarlo, a fiamma vivace, fino a quando il trancio presenterà le classiche striature. Si serve con insalata e un filo d'olio a crudo.

Le ricette col pesce spada

La fantasia è protagonista se nel frigorifero avete un trancio di pesce spada. Le ricette possibili sonno tante: involtini di pesce spada, i saltimbocca di pesce spada con salvia e prosciutto, il pesce spada alla pizzaiola, la pasta con il pesce spada e le melanzane, la calamarata con il ragù di pesce spada.

Per una cena gourmet provate il cous cous siciliano con pesce spada dello chef Andrea Provenzani.

Gli involtini di pesce spada

Fettine di pesce spada tagliate piuttosto sottili e farcite con un ripieno di olive, basilico, pomodori a pezzetti, capperi e pan grattato, a volte arricchito con pecorino o pinoli. Gli involtini di pesce spada si chiudono con l'aiuto degli stecchini di legno e si cuociono in forno statico già caldo a 180° per 10-15 minuti. Se volete un tocco croccante, prima della cottura spolverizzateli con pangrattato ed erbe aromatiche, aggiungendo un filo d'olio. 

Sono ottimi in abbinamento con un contorno di melanzane o peperoni alla griglia, oppure con le zucchine alla scapece. 

Il carpaccio di pesce spada

Non solo primi e secondi piatti, ma anche antipasti freschi e leggeri. Il carpaccio di pesce spada affumicato è un piatto estivo che si abbina bene al gusto acidulo della senape o dello yogurt greco. Insieme a un'insalata mista diventa un piatto unico saporito e proteico, che dà energia senza appesantire. Provatelo anche con mele verdi tagliate finemente e rucola.

Pesce spada alla siciliana

Foodista - Flickr

La bella Sicilia regala una buonissima ricetta con questo ingrediente: pesce spada, pomodorini, olive e pinoli per un secondo piatto che rende omaggio ai sapori del Mediterraneo.

Si preparara facendo soffriggere nell'olio extravergine uno spicchio d'aglio e i pomodorini tagliati a metà. Si lascia cuocere qualche minuto e si uniscono le olive a rondelle. Si toglie l'aglio, si posizionano i tranci di pesce e si cuociono per 2-3 minuti per lato. Mettete il coperchio in modo che si formi del vapore che favorisca la cottura. Si serve aggiungendo dei pinoli tostati a parte, in modo da accentuarne il profumo.

Un'alternativa regionale è il pesce spada alla livornese che si prepara con i capperi, le olive e sugo di pomodoro. 

Segui Fine Dining Lovers anche su Facebook

Tags