Blog

Dritte in cucina

Alla piastra, al forno o in padella: come cucinare il petto di pollo

Di FDL il

Share
Alla piastra, al forno o in padella: come cucinare il petto di pollo
Foto © StockFood / Weymann, Frank

Il pollo è un esemplare di Gallus gallus domesticus giovane. Secondo la classificazione scientifica appartiene all'Ordine Galliformes, famiglia Phasianidae, Genere Gallus, Specie gallus, Sottospecie domesticus. Si tratta di un uccello domestico derivante da varie specie selvatiche di origini indiane. La sua presenza è documentata dal 4000 a.C. nella piana dell'Indo, da cui (attraverso la Persia) è giunto in Grecia e quindi in Europa.

Il nome pollo deriva dal latino "pullus", cioè animale giovane, indica infatti un animale ancora incapace di riprodursi (momento dal quale verrà chiamato gallo se maschio o gallina se femmina). 

Pixabay

Le distinzioni

Bisogna fare un importante specificazione, per fare maggior chiarezza: definiamo infatti pulcino l'esemplare, maschio e femmina giovanissimi, fino a 3-4 mesi di vita; pollo di grano gli esemplari da 5 mesi a un anno, che vanno da 700g a 1kg di peso. Definiamo dunque pollo, l'esemplare maschio e femmina fino al raggiungimento della maturità sessuale, circa 1 anno e 1,5kg di peso e galletto il maschio maturo fino a 6 mesi. Ci sono, poi, la pollastra (femmina giovane che produce le uova), la gallina (femmina ovipara che ha già visto una stagione riproduttiva, il gallo ruspante (esemplare maschio, fino a 10 mesi) e il cappone, maschio castrato a 2 mesi che raggiunge i 2,5 chilogrammi di peso.

Le proprietà

La carne di pollo viene considerata magra e ricca di proprietà nutrizionali.  Si tratta di una carne bianca. Il petto, per la sua leggerezza e il basso contenuto di lipidi, è il taglio più utilizzato dagli sportivi e da chi segue una dieta ipocalorica.

Il petto di pollo è un alimento di origine animale altamente proteico, con pochi grassi e privo di carboidrati. 100 grammi di prodotto fresco contengono circa 110 calorie, circa 23,3 grammi di proteine, 0,8 grammi di lipidi, 60 milligrammi di colesterolo. Inoltre il petto di pollo contienesodio (circa 33,0 mg), Potassio (circa 370,0mg), ferro (circa 0,4mg), calcio (circa 4,0 mg), Fosforo (210,0 mg), Tiamina (0,1mg) e Riboflavina (0,2 mg). Non mancano piccole dosi di selenio (Se).

Pixabay

Come cucinare il petto di pollo

Al forno, alla piastra, in padella, bollito, o al vapore...l'importante è che...sia cotto! Vi ricordiamo di non consumare il petto di pollo crud. Ecco alcune modalità di cottura semplici e immediate per trasformare il vostro petto di pollo in un pranzo o una cena equilibrata e saporita.  

Il petto di pollo alla piastra

Il petto di pollo alla piastra è la ricetta più amata dagli sportivi e da chi è "a dieta". Per prepararlo, sciacquate e asciugate i petti di pollo, poi affettateli. Se volete rendere la carne puù tenera, fatela marinare per 10 minuti in olio extravergine di oliva (se volete invece "risparmiare sulle calorie", non sarà necessario). Scaldate bene una piastra o una bistecchiera, spolverizzane la superficie con poco sale, un "trucco" che non farà "attaccare" la carne del pollo alla superficie. Adagiate le fette e cuocete per circa 4-5 minuti per lato a fiamma moderata. Servite con un filo d'olio a crudo e un pizzico di pepe. Un secondo piatto (o un piatto unico) semplice e leggero, che si prepara in poco tempo e ha la capacità di saziare a lungo. Abbinatelo con una insalata fresca di stagione. 

Il petto di pollo al forno

Un altro modo semplice per preparare il petto di pollo è usare il forno. Scaldate il forno a 180 gradi e foderate una teglia con carta da forno (così la vostra ricetta sarà davvero "light"!). Adagiate i petti di pollo lavati, asciugati con cura e affettati. Condite con un filo di olio, un pizzico di sale e di pepe e le erbe aromatiche (un mix di timo e rosmarino sarà perfetto). Cuocete per circa 15 minuti avendo cura di girare le fette di petto di pollo a metà cottura. Se cercate più sapore, potete aggiungere, in cottura, le olive verdi e nere e qualche cappero. vedrete che bontà!

Pixabay

Il petto di pollo in padella

Ecco a voi una ricetta leggera e salutare. Prendete il petto di pollo, affettatelo e cospargetelo con il succo di limone. Lasciate marinare la carne per circa 15 minuti, poi scolate e asciugate con della carta da cucina. Mettete un filo di olio extravergine in una padella antiaderente, fate scaldare e adagiate il petto di pollo. Fate cuocere per circa 5-7 minuti per lato. Quanto il pollo sarà pronto, mettetelo nel piatto, aggiungete un pizzico di sale e le erbe aromatiche. Accompagnate con un contorno di spinaci lessati conditi con un pizzico di aceto di mele. 

Il petto di pollo alla mediterranea

Una ricetta molto conosciuta, anche se un po' più calorica delle precedenti (ma più saporita!) è il petto di pollo alla mediterranea. Per prepararla, lavate e asciugate i petti di pollo, poi batteteli leggermente con un battic arne, infarinateli e fateli rosolare da entrambi i lati in una padella antiaderente con un filo di olio. Aggiungete le olive, i capperi, i pomodorini tagliati a metà e fate soffreggere per 3-4 minuti. Se siete dei veri golosi, aggiungete anche qualche cubetto di guanciale. Aggiungete anche qualche cucchiaio di polpa di pomodoro e aggiungete un pizzico di sale. Fate cuocere per 10 minuti e servite.

La ricetta gourmet

Siete alla ricerca di una ricetta gourmet? Ecco quella dei Petti di pollo al limone grigliati con asparagi. Per prepararli, lavate i limoni sotto l’acqua corrente calda, asciugateli, tagliateli a metà, grattugiate la scorza e spremete il succo. Mescolate la scorza con il succo di un limone, il timo, l'olio, il sale e il pepe. Ora che la marinata è pronta, lavate e asciugate i petti di pollo, spalmateli con la marinata e metteteli in fresco coperti per 1 ora. Fate cuocere i petti di pollo sulla griglia calda e fate grigliare da ciascun lato per 5-8 minuti. Servite ben caldi, con asparagi o spinaci al vapore. 

Segui Fine Dining Lovers anche su Facebook

Tags