Blog

Dritte in cucina

Cucina di pesce: come cucinare il tonno alla brace

Di FDL il

Share
Cucina di pesce: come cucinare il tonno alla brace
Foto © StockFood / Gräfe & Unzer Verlag / Einwanger, Klaus-Maria

E' una vera specialità per l'estate: il tonno fresco cucinato alla brace è una ricetta che può salvare un pranzo o una cena e farvi fare bella figura con poco sforzo. L'importante è tenere in mente alcuni trucchi per fare in modo che risulti tenero e morbido, senza diventare stopposo e fibroso in cottura. 

Oggi vi presentiamo una ricetta di cui non potrete più fare a meno!

Il tonno: le proprietà

Tonno è un nome generico che si riferisce a un genere della famiglia Scombridae che raggruppa 8 specie di grandi pesci pelagici predatori (tonno alalunga, tonno albacares  o "pinna gialla", tonno atlanticus, tonno maccoyii, tonno obesus, tonno orientalis, tonno thynnus o "tonno rosso" e tonno tonggol).

Bigtorica - Pixabay

I tonni si trovano in quasi tutti i mari del pianeta, ma si pescano soprattutto nelle acque dell'Oceano Atlantico, nel Mar Mediterraneo e nel Mar Nero. Sono considerati dei pesci molto pregiati e sono molto apprezzati sul mercato.

Il tonno fresco è un alimento poco calorico: 100 grammi apportano circa 158 kcal. E' ricco di grassi essenziali Omega 3, e vitamine liposolubili come la B1, la B2, la PP e la vitamina E. In riferimento ai macro nutrienti è composto generalmente da:

  • proteine: 21.5%;
  • grassi: 8.1%.

I valori nutrizionali cambiano a seconda della specie di tonno. Il tonno in scatola, soprattutto se conservato sott’olio, ha un apporto calorico maggiore: 100 grammi apportano circa 190 calorie.

Il tonno fresco alla brace

Il tonno è un ingrediente versatile che diventa protagonista in tante preparazioni culinarie. Oltre alla tagliata di tonno e al carpaccio di tonno, una ricetta ottima per l'estate e semplice da preparare è il tonno alla brace. Basterà far marinare i tranci di tonno per circa un'ora in frigorifero con olio extravergine d'oliva, uno spicchio di aglio e un po' di succo di limone o di aceto di vino bianco. Chi volesse aggiungere un tocco aromatico, può unire alla marinatura un rametto di timo.

Pixabay

Una volta trascorso il tempo di riposo, si pone ciascun trancio di tonno sulla brace non troppo calda, e si fa cuocere per circa 5 minuti per lato. Si serve in tavola caldo con un filo di olio extravergine di oliva e il prezzemolo tritato.

Una marinatura alternativa e gourmet è quella  a base di salsa di soia, pepe e wasabi. Scoprite la ricetta completa qui.

Il tonno fresco al forno

Un'altra ricetta che vi darà sottisfazione è quella del tonno al forno. I filetti di tonno vanno messi in una pirofila e lasciati marinare in un’emulsione d’olio extravergine, sale, pepe, timo o rosmarino per circa un’ora. Trascorso questo tempo, il pesce va sgocciolato, avvolto nella carta da forno e poi nell'alluminio (formando un cartoccio). Si cuoce in una teglia a 180 gradi per 15-20 minuti. Si serve ben caldo con un filo di olio extravergine di oliva.

Il tonno fresco in padella alla Siciliana

Se amate le ricette "in rosso" questa è l'idea che fa per voi. In una padella fate soffriggere la cipolla e unite i capperi, le olive denocciolate, la polpa di pomodoro e un pizzico di peperoncino per dare più carattere al piatto. Aggiustate di sale e pepe e fate "restringere" la salsa facendola cuocere per 10 minuti. Aggiungete quindi i tranci di tonno e cuocete 5 minuti per lato. Servite il tonno alla siciliana con un filo di olio extravergine, prezzemolo tritato, qualche oliva e pepe nero. 

Segui Fine Dining Lovers anche su Facebook

Tags