Blog

Dritte in cucina

Frutta secca homemade: ecco come disidratare la frutta

Di FDL il

Share
Frutta secca homemade: ecco come disidratare la frutta
Foto Stockfood

Ottima per condire le vostre insalate estive, perfetta nei dolci e nei lievitati, la frutta secca è un ottimo (e salutare) alleato da mangiare a profusione. Soprattutto in questo periodo di prime arsure e caldo, la frutta secca è una perfetta alternativa anti-spreco da usare tutte le volte che vorrete. Essiccare la frutta è in realtà un processo molto semplice: bisogna disidratare gli alimenti, togliendo circa l'80/90% di acqua che normalmente contengono.

Ma quali sono gli alimenti che possono essere essicati? Intanto la frutta. Largo ad albicocche, fragole, mele, ananas, more, lamponi, ananas, fichi, ciliegie, prugne, pere, banane, more, arance, frutti di bosco. Via libera anche agli ortaggi come pomodori, zucchine, porri, peperocini, funghi, e via dicendo sono perfetti per essere essicati. E non dimenticatevi delle erbe aromatiche come salvia, origano, alloro, basilico, rosmarino, prezzemolo, timo ed erba cipollina. In generale, quasi tutte le varietà di frutta e verdure possono essere essiccate, stando attenti che non superino il giusto grado di maturazione. Un passaggio fondamentale per essiccare la frutta è quello di immergerla in acqua e limone per accorciare i tempi. La frutta secca (e in generale gli alimenti) presentano inoltre diversi pregi: spazio, salubrità e nutrienti. Intanto la frutta secca occupa poco spazio, in più quella disidratata conserva il suo sapore e l'apporto di minerali e vitamine originali.

Al forno, en-plein-air al sole, nel microonde o con l'essiccatore, ecco come disidratare la frutta in modo facile e veloce (o quasi).

COME ESSICCARE LA FRUTTA: IN FORNO

Un ottimo metodo per disidratare la frutta è quella di essicarla in forno, soprattutto se non avete a disposizione un essiccatore. Semplice, green e facile essiccare la frutta in forno è un'operazione lunga, ma molto appagante. Tutto quello che vi occorrerrà è un forno a una temperatura costante tra i 40° e i 60° in modalità ventilata (se il vostro forno è un po' "vintage", lasciate socchiuso lo sportello e avrete lo stesso risultato). Iniziate tagliando a fette molto sottili la frutta precedentemente denocciolata. Quindi disponete le fettine di frutta senza sovrapporla su una leccarda rivestita di carta da forno e lasciate in forno dalle 4 alle 12 ore, a seconda della percentuale di acqua contenuta nel frutto. Per frutta e verdura i tempi di essiccazione rispetto a quelli dell’essiccatore sono più lunghi, quasi il doppio della durata, per questo è consigliabile fare delle pause ogni 8 ore. 

COME ESSICCARE LA FRUTTA: L'ESSICCATORE

Ingrediente base della dieta vegana e non, anche gli chef - tra cui René Redzepi - adoperano spesso la frutta essiccata in cucina. Ovviamente, avendo a disposizione un essiccatore, tutto sarà molto più facile. Volete sapere come disidratare la frutta in casa in modo facile e veloce (senza spendere una follia)? Qui trovate tutte le risposte.

ESSICARE LA FRUTTA: IL MICROONDE

Forse il metodo più semplice (ed economico) per essiccare la frutta: il microonde è la vostra arma segreta per avere della frutta secca tutto l'anno. Come fare? Semplicissimo. Posizionate un foglio di carta da forno all'interno del microonde. Disponetevi quindi le fettine di frutta, ricordatevi: la sottigliezza in questo caso è tutto. Azionate il timer per un minuto circa al massimo, dopodiché procedete aumentando il tempo di cottura di circa 30 secondi finché il frutto non sarà completamente disidratato. 

 


 

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

 

Tags