Blog

Dritte in cucina

Come cucinare il branzino al forno

Di FDL il

Share
Come cucinare il branzino al forno
Foto © StockFood / Hodges, Rose

Il branzino, comunemento detto anche spigola, è un pesce predatore che appartiene alla famiglia dei Moronidae e al Genere Dicentrarchus. E' molto diffuso nel Mediterraneo, anche se, di recente la popolazione ittica, sta diminuendo a causa della pesca intensiva.

Il branzino si adatta a vivere anche in acque molto profonde (oltre i 100 metri di profondità) e con climi freddi, come quello del mare di Norvegia. Lo si può trovare anche nel Mar Nero e nell’Oceano Atlantico.

Filetto di branzino e fagioli cannellini - Pixabay

Il branzino ha un corpo affusolato e una pelle di colore grigio-argento con macchioline brune. La sua lunghezza può variare dai 45 centimetri fino ad oltre il metro di lunghezza. E' un pesce abbastanza costoso, soprattutto se si acquista selvaggio e non di allevamento. 

Le sue carni sono bianche e sode, dal gusto delicato.

Branzino: le proprietà nutrizionali

La carne di branzino viene considerata molto pregiata per le sue proprietà nutrizionali: infatti è povera grassi, quindi consigliata nelle diete ipocaloriche, ricca di proteine ed Omega 3. Inoltre è particolarmente leggera e digeribile.

100 grammi di carne di branzino contengono circa 82 calorie ripartite in:

  • 81% proteine 
  • 17% lipidi
  • 2% carboidrati

l branzino è anche un'ottima fonte di sali minerali, come fosforo, ferro e potassio. Contiene vitamine, soprattutto A, B, D e folati e un buon quantitativo di amminoacidi, tra cui lisina, arginina, acido aspartico e glutammico. Tra gli acidi grassi, spiccano l'acido oleico e i preziosi omega 3 e omega 6.

 Pixabay

Idee per cucinare il branzino al forno

Il branzino si presta a tutti i tipi di cottura: è ottimo cotto in padella o al cartoccio in forno, può essere utilizzato come condimento per la pasta o cotto alla griglia. 

Una delle ricette più amate è il branzino al forno. Per prepararlo prendete il branzino pulito ed eviscerato (chiedete al vostro pescivendolo di farlo per voi se avete poco tempo) e inserite all'interno salvia, alloro, timo e qualche spicchio d'aglio. In alternativa, potete aromatizzarlo con fettine di limone e rosmarino. Ungete una teglia con olio d'oliva oppure ricopritela di carta da forno, adagiate il pesce, aggiungete un altro filo d'olio e fatelo cuocere in forno già caldo (180 gradi) per circa 45 minuti. Il branzino al forno è ottimo con contorno di patate arrosto oppure con pomodorini e olive. 

Una vera prelibatezza è il branzino al sale: il pesce viene cotto in forno coperto da uno spesso strato di sale grosso. Questa tecnica permette alle carni di rimanere particolarmente tenere e succulente, mantenendone la naturale umidità. A 180 gradi ci vogliono circa 25 minuti. Per ottenere ancora più sapore, potete aggiungere al sale grosso il timo o la scorza grattugiata di limone.

Anche se è appena iniziata l'estate, sognate già le Feste? Nessun problema: ecco la ricetta gourmet dello chef stellato Giancarlo Morelli: branzino, foglie di bosco e profumo di resina. Per prepararlo, tagliate a scaloppe di circa 120 grammi il branzino, salate e condite con olio extra vergine d'oliva. Avvolgete le scaloppe nelle foglie di bosco (betulla, faggio, sorgo, acetosa, achillea, piantagine, crescione, tarassaco, fiori di cardo precedentemente lavate e risciacquate) e poi nell'alluminio, formando un cartoccio. Cuocere in forno a 190 gradi per 10 minuti. La salsa di accompagnamento è a base di burro, panna, scalogno e essenza di resina di pino. Una ricetta complessa, ma non avete scuse...avete tutto il tempo per organizzarvi!

Vi abbiamo incuriosito? Scopri anche come cucinare il merluzzo al forno.

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags