Blog

Dritte in cucina

Come fare le uova sode

Di il

Share
Come fare le uova sode
Foto Jo Christian Oterhals - Flickr

E' il "salvacena" per eccellenza da condire con un filo d'olio o da mettere in un'insalata mista. Ma possono essere anche farcite con maionese o con diversi tipi di salse. Le uova sode sono uno dei prim banchi di prova in cucina. Vediamo i passaggi necessari per ottenere un risultato perfetto.

Come fare le uova sode

Prima di tutto scegliete delle uova fresche di qualità. Appoggiatele in un pentolino dal fondo spesso. Siate delicati in modo che il guscio non si rompa.

Un trucco perche anche in cottura restino integre, è posizionare una garza piegata sul fondo.

Aggiungete abbondante acqua fredda che dovrà coprire completamente le uova.

Il tempo di cottura delle uova sode

Per fare delle uova sode perfette, calcolare il giusto tempo di cottura è tutto: in questo modo si eviterà di trovare il tuorlo ancora liquido o, nel caso opposto, un uovo troppo duro e con l'albume che non si stacca dal guscio.

Una volta che avrete messo le uova nel pentolino con l'acqua fredda, portate a bollore e, da quel momento, calcolate tra i 7 e i 9 minuti di cottura.

Se, invece, desiderate preparare le uova barzotte, calcolate circa 6 minuti di cottura: quando le taglierete il tuorlo resterà leggermente liquido e cremoso e non così duro come nelle uova  sode.

Come bloccare la cottura

Una volta trascorso il tempo, bloccate subito la cottura, aggiungendo acqua fredda nel pentolino direttamente dal rubinetto. In alternativa, tuffate le uova in una bacinella con acqua e ghiaccio.

Come sbucciare le uova sode

La tecnica più semplice è battere delicatamente l'uovo su una superficie dura, come un tagliere o un piano di lavoro. A questo punto si fa rotolare l'uovo sotto al palmo della mano applicando una certa pressione in modo da rompere il guscio formando una "rete" di piccoli frammenti connessi.

Immergete l'uovo in una ciotola d'acqua tiepida e sbucciatelo: il guscio si staccherà velocemente e con facilità.

La tecnica del barattolo

Un'altra tecnica per sbucciare le uova sode è quella di inserirle in un barattolo di vetro, chiuderlo, e scuotere. Basteranno 5 secondi per togliere il guscio con semplicità.

Pulirle in un soffio

Ma non è finita qui. Un'altra tecnica veloce per sbucciare l'uovo è quella di battere le estremità sul piano di lavoro e togliere i pezzetti di guscio in alto e in basso. A questo punto si soffia da un lato e l'uovo sodo uscirà con naturalezza dal guscio. Ci vorrà un po' di allenamento, ma è sicuramente un modo rapido e divertente.

L'uovo sodo in microonde

Se in casa avete un microonde, potete mettere le uova in una ciotola adatta, ricoprire di acqua, e cuocere alla massima potenza per circa 12 minuti. Aspettate che l'acqua si sia raffreddata prima di sbucciarle. 

Se volete ridurre i tempi di cottura, versate l'acqua già bollente sulle uova: i tempi di preparazione si ridurranno a circa 6 minuti.

Ricette con le uova sode

L'uovo sodo è buonissimo anche mangiato così com'è, in "purezza", con un filo di olio extravergine di oliva e un pizzico di sale e pepe. Ma sono tante le ricette sfiziose per portarle in tavola in modo originale. Si possono tagliare a fette per arricchire un piatto di cous cous alle verdure oppure in stile "nordico" con salmone affumicato, aneto e crema allo yogurt.

Un aperitivo originale è l'uovo sodo fritto: basta passare l'uovo sodo sbucciato nell'uovo sbattuto e poi nel pangrattato, infine friggerlo. Si creerà all'esterno una crosticina spessa e dorata.

Se volete stupire i vostri ospiti, vi consigliamo una ricetta da veri gourmet: insalata con uova di quaglia e germogli. Le uova di quaglia, più piccole e saporite, daranno un tocco elegante al piatto.

Curiosità: i canestrelli, biscotti spolverati di zucchero a velo a forma di fiore tipici di Piemonte e Liguria, si preparano col tuorlo delle uova sode. Ecco perché sono così friabili.

Le uova sode ripiene

Per preparare le uova ripiene si tagliano a metà e si estrae il tuorlo sodo con l'aiuto di un cucchiaio. I tuorli andranno, quindi, frullati con un cucchiaio di maionese e poi reinseriti nell'albume con l'aiuto di una sac-à-poche. Potete aggiungere come decorazione un pizzico di paprika o dell'erba cipollina tagliata. Se preferite un gusto più deciso, provate a frullare tuorlo, maionese e tonno sott'olio sgocciolato. 

Volete creare una tavolozza colorata? Frullate i tuorli sodi con il formaggio fresco spalmabile e gli spinaci per il ripieno verde, con le barbabierole per quello viola, oppure con la parika per quello rosso.

Uova al tegamino

Un altro grande classico che "risolve" qualsiasi pasto sono le uova al tegamino. Tra i consigli per prepararle come un vero chef, quello di mettere una noce di burro nel tegamino come "base grassa", riscaldare lentamente l'uovo in modo che l'albume risulti più compatto e succulento, e salare solo a fine cottura per evitare di rallentare o rovinare la perfetta coagulazione dell’albume. 

Segui Fine Dining Lovers anche su Facebook

Tags