Blog

Dritte in cucina

Dalla zuppa alla frittata: come usare il Crescione d'acqua

Di FDL il

Share
Dalla zuppa alla frittata: come usare il Crescione d'acqua
Foto Rea - Flickr

Il crescione d'acqua, il cui nome scientifico è Nasturtium officinale, è una pianta perenne spontanea che vive lungo lenti corsi d'acqua, in terreni semisommersi e acquitrinosi, tanto è vero che viene spesso chiamato anche Nasturzio d'acqua. Anche se ci sono delle somiglianze, non va confuso con il Crescione inglese, che ha foglie più piccole.

Il crescione d'acqua ha un sapore erbaceo e leggermente piccante.

Come si coltiva il crescione d'acqua

Il crescione d'acqua cresce spontaneamente lungo le rive dei ruscelli, ma può essere facilmente coltivato anche nell'orto di casa o in un vaso di medie-grandi dimensioni. Si può utilizzare qualsiasi tipo di terriccio.

Non necessita di cure particolari, ma è importante ricordare che preferisce l'ombra e va bagnato spesso: è bene che il terreno e le radici siano sempre molto umidi.

Ricette con il Crescione d'acqua

Il crescione d'acqua è perfetto per insaporire minestre, risotti, zuppe e vellutate. Se utilizzato a crudo, può diventare una fresca aggiunta a sandwich, bruschette e panini gourmet. Ottimo nelle insalate insieme a lattuga, rucola e pomodorini. Se vi abbiamo incuriosito, qui trovate le ricette con il crescione. 

Mixando le foglie fresche con l'olio extravergine di oliva si ottiene un pesto dal sapore deciso che può essere utilizzato per insaporire uova sode, formaggi o secondi di carne. Provatelo nella frittata insieme al Parmigiano Reggiano per una cena semplice e originale!

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags