Blog

Dritte in cucina

Cucinare i ceci: prendetevela comoda (e usate la fantasia)

Di FDL il

Share
Cucinare i ceci: prendetevela comoda (e usate la fantasia)

"Semplice come cucinare un piatto di ceci". Quante volte abbiamo sentito questa frase? Magari con un'altra tipologia di legumi a sostituire i ceci, certo, ma il significato non cambia: si pensa sempre che i legumi siano un alimento che - oltre a essere sostenibile - sia anche facile da preparare.

Eppure cucinare i ceci non è un'attività scontata come sembra. Per prepararli al meglio sfruttandone le molte proprietà nutritive (molte fibre, molto Omega 3 e un alto contenuto di proteine) bisogna imparare alcuni trucchi.

Ecco alcuni consigli per cucinare i ceci nel miglior modo possibile, o almeno provarci.

COME CUOCERE I CECI

Sappiamo che potete acquistare i ceci comodamente già lessati in barattolo. Ma sentirete immediatamente la differenza qualità quando imparerete a cucinare i ceci secchi.

Prima di tutto bisogna lavarli. Poi metterli a bagno in acqua a temperatura ambiente per un tempo compreso tra le 12 e le 24 ore, ricordandovi di cambiare l'acqua almeno due volte. La proporzione di acqua consigliata è circa sei volete il peso dei legumi secchi. A questo punto potete sciacquarli e cucinarli: messi in pentola (quella di terracotta si presta molto bene alle cotture lunghe) con acqua, una foglia di alloro e aglio per la digeribilità e portati a ebollizione, vanno tenuti su un fuoco molto basso, indispensabile per non farli indurire in cottura.

Altri ingredienti "aggiuntivi" consigliati per cucinare i ceci? L'alga kombu che lo ammorbidisce ulteriormente. Vietato invece il sale, che avrebbe l'effetto opposto.

Ci metteranno circa un'ora a cuocere, la metà del tempo se usate una pentola a pressione.

Se invece non volete lessarli, ma provare a fare la farina di ceci - un procedimento abbastanza complesso - qui trovate ricetta e preparazione. Se invece volete ottenere dei ceci fritti da stuzzicare all'aperitivo, magari in accompagnamento a spezie come il curry, la ricetta è qui.

COME CUCINARE I CECI

Quando si parla di cucinare i ceci, la prima cosa che ci viene in mente è lui: l'hummus. La ricetta di origine mediorientale che fa contenti vegani e non, e soprattutto che può essere affrontata anche da chi non è in grado di cucinare: nella sua versione originale - se mai ne esiste una di qualsiasi piatto - prevede solamente ceci, tahina, aglio, olio, sale e limone.

Ma perché limitarsi alla ricetta classica quando ne esistono innumerevoli varianti? In questa infografica ne trovate 13, compresa quella con barbabietole.

Per restare nell'ambito italiano, abbiamo diverse preparazioni tipiche, come la Farinata di ceci o una semplice Pasta e ceci o Zuppa di ceci.  In alternativa i ceci si prestano ad essere messi in qualsiasi insalata, come questa Insalata con ceci, avocado e yogurt. Sentitevi liberi di sperimentare ricordando che si sposano molto bene con crostacei, aromi di timo o rosmarino, sapori acidi e baccalà.

IDEE ALTERNATIVE

Meringhe vegane: ne avete mai sentito parlare? Parlare di meringhe senza uova sembra un paradosso, eppure questo dolce vegano si può fare anche in casa, e questo grazie all'Aquafaba o acqua di ceci.

L'acqua di cottura dei ceci, infatti, quando viene montata si comporta come gli albumi per la presenza di proteine simili all'albumina ma anche per piccole quantità di glucoside che contribuiscono all'effetto di "gonfiamento".

Un dolce vegano facile da preparare, che richiede pochissimi ingredienti e che è anche molto salutare. Qui scoprite il procedimento di questa idea originale per cucinare i ceci.

Segui Fine Dining Lovers anche su Facebook

Tags