Blog

Dritte in cucina

Quinoa: origini, proprietà e ricette per l'estate

Di FDL il

Share
Quinoa: origini, proprietà e ricette per l'estate

Sono lontani i tempi in cui la quinoa era un ingrediente sconosciuto ed "esotico": oggi è su tutte le tavole per la sua versatilità in cucina, le sue proprietà e la sua "capacità" di trasformarsi in un pranzo leggero e gustoso.

Venite a conoscere meglio questo ingrediente originario del Sudamerica.

Quinoa: la provenienza

La quinoa è una pianta erbacea annuale della famiglia delle Chenopodiaceae, come gli spinaci o la barbabietola. Originaria del Sudamerica, è da sempre parte integrante dell'alimentazione delle popolazioni di Perù, in Bolivia e in Ecuador. A scopo alimentare si usano comunemente i suoi semi, che vengono lavorati per rimuoverne il rivestimento fibroso. Esistono oltre 200 varietà di quinoa, ma in Italia una delle più diffuse è la Real, varietà di colore bianco e particolarmente povera di saponine (sostanze che hanno un sapore amaro) e veloce da cuocere.

Katharine Pollak - Stockfood  

Gli Inca chiamano la quinoa chisiya mama, che in quechua vuol dire «Madre di tutti i semi».

Quinoa: le proprietà

La quinoa non può essere considerato un vero e proprio cereale perché, anche se i semi sono ricchi di amido, la pianta non fa parte delle graminacee. Per questo motivo, viene classificata come pseudocereale

100 grammi di quinoa contengono circa:

  • 347 Kcal
  •  5,6 g di grassi
  • 64,2 g di carboidrati
  • 14,1 g di proteine
  • 7 g di fibre

La quinoa è una fonte preziosa di minerali, come ferro, magnesio, zinco, manganese e rame. Inoltre sono ricchi di vitamine, in particolare di quelle del gruppo B, come niacina (B3), riboflavina (B2), vitamina B6 e folati, inoltre è presente la vitamina E. Le varietà rosse e nere sono inoltre fonte di antociani antiossidanti benefici per la circolazione e i vasi sanguigni.

La quinoa è priva di glutine, quindi adatta all'alimentazione dei celiaci.

Un modo semplice per cuocere la quinoa

Per cuocere la quinoa bisogna prima sciacquarla sotto l'acqua fredda e poi farla bollire per circa 15-20 minuti. Si scola e, a questo punto, è pronta ad essere condita con olio extravergine o usata come ingrediente per i vostri piatti. In alternativa, i chicchi si possono tostare in padella con un soffritto di cipolla e poi si continua la cottura aggiungendo brodo vegetale, come fosse un "risotto". Ci vogliono circa 20 minuti. Per "risottare" la quinoa scoprite tutti i passaggi qui.

Quinoa: le ricette

Le insalate di quinoa sono un vero must dell'estate: provate ad abbinare i chicchi (lessati, scolati e fatti raffreddare) con feta, pomodorini e olive nere, oppure con melanzane grigliate, menta e mirtilli rossi. 

La quinoa è perfetta anche per creare polpette e hamburger vegetariani (o vegani) senza ricorrere, ad esempio, al pane. Un esempio? I burger di quinoa e patate dolci, a base di un mix di purea di patate dolci, feta, aglio, buccia grattugiata di lime e zenzero. Per stupire i vostri ospiti, provate le polpettine di quinoa con salsa verde vegana a base di prezzemolo e sedano.

La quinoa può essere utilizzata anche in preparazioni dolci, come i biscotti di quinoa e mandorle, perfetti per la colazione o per la Torta senza glutine con briciole di quinoa, che unisce la quinoa al sapore intenso di cacao e nocciole.

La quinoa viene utilizzata anche nell'alta cucina: basti pensare al famoso chef stellato peruviano Gaston Acurio che la utilizza nel suo ristorante di Lima, Astrid y Gastón, e allo chef Daniel Boulud, che include nel suo Daniel di New York piatti come la quinoa bianca e nera con pesto al basilico, marmellata di finocchio, carciofo caramellato e aglio nero.

Segui Fine Dining Lovers anche su Facebook

Tags