Blog

Dritte in cucina

L'insalata fusion da chef in 9 punti. La ricetta di Wicky Priyan

Di FDL il

Share
L'insalata fusion da chef in 9 punti. La ricetta di Wicky Priyan
Foto Finedininglovers

Non è la prima cosa a cui pensiamo quando ci dicono cucina fusion o cucina giapponese, ma l'insalata, quella da tutti i giorni, può assumere un aspetto totalmente diverso se a farla è un grande chef come Wicky Priyan (Wicky's Cuisine Seafood).

A Milano nel suo ristorante lo chef propone una cucina tradizionale giapponese, appresa da suoi grandi maestri del Sol Levante, che ben si mischia con gli ingredienti italiani.

E per dimostrarci che i piatti fusion possono essere anche quelli più semplici, ci siamo fatti mostrare e raccontare come realizzare una grande insalata italo-giapponese con ingredienti reperibili in Italia e soprattutto con un gusto davvero peculiare, soprattutto grazie alla deliziosa vinaigrette.

INSALATA ITALO-GIAPPONESE: INGREDIENTI

  • Insalata
  • Peperone Rosso
  • Cetriolo (meglio se orientale, perché più dolce e pieno d'acqua)
  • Invidia
  • Cipolla bianca siciliana (perché dolce)
  • Pomodorini datterini
  • Petto di Faraona (o di pollo)
  • Ghiaccio
  • Ingredienti per la Vinaigrette (li troverete al punto 9)

 

9 STEP PER UN'INSALATA ITALO-GIAPPONESE

Ecco i 9 step fondamentali per un'insalata a prova di chef, un'insalta semplicissima nella realizzazione, ma dove troverete sapore, aroma, dolcezza e croccantezza.

  1. Munitevi di un po' di insalatiere e soprattutto di ghiaccio: l'insalata, come quasi tutte le altre verdure di questa ricetta, va messa nell'acqua con ghiaccio per preservarne colore e sapore.
  2. L'insalata non va tagliata: nella tradizione giapponese - e non solo - si spezza con le mani, e la si mette nella bacinella con ghiaccio. Fate lo stesso con l'invidia.
  3. Dopo aver spezzettato tutto è ora di tagliare il peperone rosso a julienne (Wicky lo fa con uno dei suoi coltelli giapponesi, voi fatelo con dei coltelli molto più piccoli). Non mettete la costa del peperone: il suo sapore è troppo forte per questa preparazione.
  4. Adesso il turno del cetriolo, meglio se orientale perché più dolce e contiene più acqua, ma uno normale andrà bene lo stesso. Si tolgono i semi e poi si taglia a listelli. Questo non mettetelo però sotto ghiaccio.
     
  5. Tocca alla cipolla bianca siciliana. Togliete l'anima centrale, tagliate e mettete sotto ghiaccio anche questa. Fate lo stesso con i pomodorini datterini.
    Adesso che tutti gli ingredienti sono pronti, passate alla carne e alla vinaigrette.
  6. Wicky per la sua insalata fusion usa un petto di faraona cotta a 100 gradi per 10 minuti al vapore con timo e salvia, rosmarino e olio. Voi potete usare il pollo ovviamente, cotto al vapore meglio.
     
  7. Tocca ora alla vinaigrette, quella che darà un gusto nipponico alla nostra insalata. Per la salsa speciale firmata Wicky vi serviranno: olio extravergine d'oliva (150 ml), un pezzo di radicchio passato in padella con un po' di olio per 5 minuti, miele (25 ml), anacardi passati al forno, aceto balsamico bianco (circa 90 ml), salsa di soia (90 ml), sake dolce, succo di limone (60 ml), sale moldon. Frullate tutto fino a quando il composto risulta omogeneo.
  8. Dopo di questo dovrete tagliare il pollo, o la faraona, in pezzi piccoli e allungati.
     
  9. Ultimo step ma fondamentale: l'impiattamento. Prendete un piatto fondo e mettete un po' di sale in fondo insieme a pepe e olio d'oliva. Aggiungete intanto l'insalata - che nel frattempo mescolato per bene - e sopra mettete 3/4 pezzettini di carne.
    Aggiungete la vinaigrette e ancora verdure, quasi come a coprire la carne, che così diventa una "sorpresa" dopo i primi bocconi.

Adesso non vi tocca che servire, mangiare con forchetta... o bacchette. 

 

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

 

Tags