Blog

Dritte in cucina

Il latte di cocco dalla A alla Z

Di il

Share
Il latte di cocco dalla A alla Z

Appetite. Questa bibita vegetale contribuisce ad aumentare il senso di sazietà, ma va notata la ricchezza calorica (circa 200 kcal ogni 100).

Beauty. Il latte di cocco ha molti usi nella cura della persona: base di creme idratanti, mischiato a olio d’oliva è un valido struccante, costituisce da solo un’eccellente maschera per capelli ed è un utile rimedio contro le scottature solari.

Chanel. È di tre anni fa la borsa griffata dalla maison francese battezzata “lait de coco”, una divertente tracolla chic in pelle argentata che richiama il classico cartone del latte in tetrapack, e che suona come “latte di cocco” grazie al gioco di parola con il nome della celebre stilista.

DIY. Non abitate ai tropici? Preparate lo stesso il vostro latte di cocco in casa a partire dal cocco essiccato: la procedura è semplice. Scopritela qui.

Eggs. Volete omelette più cremose e senza latticini? Aggiungete latte di cocco alle vostre uova e provatele con diversi tipi di farina per ricette nutrienti e deliziose.

Fat. La polpa del cocco contiene materia grassa – olio- e a seconda della quantità d’acqua che vi sia aggiunge si otterrà un latte più denso o più acquoso. Quando la percentuale di acqua è molto bassa, si ottiene la “panna (crema) di cocco”.

Grating. Il latte di cocco si ottiene dal raschiamento della polpa della noce di cocco (farina di cocco), addizionata poi con l’acqua del cocco stesso e/o acqua (o a volte latte) bollente e successivamente filtrata.

Healthy. Si tratta di un cibo molto sano ricchissimo di benefici grassi saturi e molti altri nutrienti.

Ice cream. Il latte di cocco è perfetto per fare gelati al cocco vegani.

Jelly drink. Latte di cocco ghiacciato e palline gelatinose verdi fatte di farina di riso: è il “cendol”, una bevanda popolare nel Sudest asiatico.

Kalamay. In filippino significa “zucchero” ed è anche un tipico dolce fatto con latte di cocco, zucchero scuro e riso glutinoso macinato. Viene commercializzato in gusci di cocco; questo dessert vischioso ha parenti in molte cucine della zona, dal Brunei a Singapore alla Malesia.

Lauric acid. Uno degli acidi grassi presenti nel latte di cocco, contribuisce ad alzare il colesterolo buono.

Marinate. Il latte di cocco si consuma di preferenza cotto, ma è ottimo anche crudo, da usare per esempio per marinare deliziosamente il pesce o la carne.

Nasi Lemak. Piatto nazionale malese, è uno delle moltissime varietà nel mondo di riso al cocco, in questo caso riso fragrante cotto nel latte di cocco con foglie di pandano.

Ohn no kha swè. Piatto birmano a base di noodle di grano e curry di pollo tuffati in un brodo di latte di cocco.

Piña colada. Questo cocktail, inventato negli anni ’50 nel Porto Rico dove è diventata bevanda nazionale, va preparato con la crema di cocco, e non con il latte, ad accompagnare succo d’ananas e rum. Per questo un bicchiere ha le stesse calorie di un cheeseburger.

Quiche. Squisita variante della torta salata francese preparata in alcuni Paesi latinoamericani con latte/crema di cocco al posto della panna, abbinata a ingredienti quali gamberi e verdure, come zucchine, porri, bietole.

Red curry. Lo speziato e cremoso red curry thailandese, popolarissimo nel mondo, è una delle centinaia di “curry” preparati in India (provate il “Meen Molee” per esempio!) e nel sudest asiatico di cui il latte di cocco è ingrediente fondamentale.

Serabi. Sono probabilmente originarie dell’isola di Java i “serabi”, i pancake indonesiani – che si mangiano anche in Thailandia – fatti con latte di cocco e farina di riso.
Thick & Thin. Il latte di cocco fresco si distingue generalmente in denso (17-27% di grassi), adatto per dessert e salse ricche e corpose, e fine (5-7% di grassi), quello normalmente utilizzato per le preparazioni salate.

Ū ha'ari. Composto da Ū ossia latte e ha'ari ossia cocco, è il nome del latte di cocco puro nella Polinesia francese. Mescolato a succo di limone e acqua di mare o acqua di cocco, diventa un altro condimento, il miti ha'ari.

Vatapá. Piatto tipico del nord e nordest brasiliano, è una pasta di pane, gamberetti, latte di cocco, noccioline tritate e olio di palma. Nello Stato di Bahia costituisce un’offerta rituale nella tradizione religiosa afro-americana del Candomblé.

Water. L’acqua di cocco è la sostanza bianca lattiginosa contenuta in un cocco fresco, ossia giovane (5-7 mesi di età). Quando il cocco matura, quest’acqua diventa polpa, quindi un cocco più vecchio è migliore per produrre il latte di cocco.

Xanthosoma sagittifolium. Pianta tropicale dalle orecchie ad elefante usata nella preparazione del “callaloo”, piatto tipico caraibico dalle origini africane stufato in molti Paesi nel latte di cocco.

Yummy. Il latte di cocco ha la proprietà magica di regalare squisitezza alle ricette!

Zulia. Nello Stato venezuelano di Zulia il piatto più tipico è il “Mojito en coco”, a base di pesce dalle carni bianche e sode come la corvina, spezie e latte di cocco. Da non confondersi con il quasi omonimo cocktail alcolico!

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags