Blog

Dritte in cucina

Tutto sulle lenticchie: proprietà, varietà e ricette

Di FDL il

Share
Tutto sulle lenticchie: proprietà, varietà e ricette
Foto Pixabay

Le lenticchie sono tra gli ingrediente più amate per le ricette di Natale e del Cenone di Capodanno, perché si dice che mangiarle in queste occasioni porti fortuna.

Le lenticchie sono i semi di Ervum lens, una pianta della famiglia delle Leguminose Papillionacee. Si tratta di un legume molto antico, utilizzato da sempre nelle ricette tradizionali e contadine in ogni parte della Penisola. Veniva  comunemente chiamato "carne dei poveri" perché ricco di proteine. Ci sono moltissime tipologie di lenticchie e il loro colore può variare dal marrone all'arancione, fino al grigio.

Le lenticchie di Castelluccio di Norcia

Tra le lenticchie più famose e apprezzate ci sono le lenticchie di Onano (Viterbo), le lenticchie di Santo Stefano di Sessanio (L'Aquila) e le lenticchie di Villalba (Caltanissetta). Una vera specialità sono anche le lenticchie di Castelluccio, una località a 28 chilometri da Norcia, in Umbria. Questa varietà è così pregiata da essersi meritata il bollino IGP. Ha una buccia sottile e tenera ne consente la cottura senza ammollo - un vantaggio, visto chedovrebbe durare almeno 4 ore. 

Lenticchie: le proprietà nutrizionali

Le lenticchie sono ricche di proteine, vitamine, fibre e sali minerali le rendono ottime per chi necessita di una dieta ricca di ferro, potassio e fosforo, ma povera di grassi. 100 grammi di lenticchie secche cotte (bollite in acqua senza aggiunta di sale e scolate) apportano circa 92 Calorie, ripartite come segue in 66% carboidrati, 30% proteine e di 4% lipidi.

La differenza tra le lenticchie

Esistono molti tipi di lenticchie e spesso capita di confondersi e di non vere ben chiaro le differenze tra le tipologie. Ecco qualche consiglio per fare chiarezza.

Le lenticchie rosse sono una varietà di lenticchia. La particolarità è che non necessitano di ammollo. Sono molto utilizzate in tutte le regioni dell'India, Sri Lanka, Pakistan, Bangladesh e Nepal. Sono ottime se accompagnate al riso bollito  e si utilizzano per la preparazione del dahl, tipica zuppa indiana di lenticchie dal sapore speziato. 

Le lenticchie nere, di varietà Beluga, sono piccole e scure. Sono sempre più apprezzate perché più ricche di proteine e di antiossidanti rispetto alle tipologie tradizionali.  Posso essere utilizzate per la preparazione di primi piatti, come pasta e lenticchie, come contorno e per la preparazione di secondi piatti a base vegetale, dalle polpette agli "hamburger" veg.

Come cucinare le lenticchie: la ricetta classica

Preparare le lenticchie secondo la ricetta tradizionale è molto semplice.

  • Iniziate lasciando in ammollo le lenticchie per una notte e poi scolatele. Iniziate dal soffritto: tritate finemente una la cipolla e fatela rosolare lentamente con l'olio extravergine di oliva in una padela antiaderente, aggiungete una o due foglie di alloro per dare profumo, le bacche di ginepro e qualche chiodo di garofano.
  • Quando la cipolla sarà appassita, aggiungete le lenticchie secche e, girando con cura, fate in modo che assorbano il sapore del soffritto.
  • Aggiungete il vino rosso e fate sfumare.
  • E' il momento di aggiungere il primo mestolo di brodo vegetale. Continuate ad aggiungere brodo e a girare, fino a che le lenticchie non siano diventate morbide. Ci vorrannno circa 45 minuti. Quando saranno pronte, aggiustate di sale e di pepe.
  • Servite ben calde.

Come cucinare le lenticchie: la variazione

Siete alla ricerca di una ricetta ancora più saporita? Allora aggiungete al soffritto della pancetta tagliata a striscioline. Le lenticchie risultereanno ancora più sapide e saporite. Naturalmente, la ricetta non sarà più adatta a chi segue una dieta vegetariana.

Le lenticchie in umido: un'altra ricetta classica

Un'altra ricetta classica molto amata per le Festività natalizie solo le lenticchie in umido. Per prepararla, mettete a bagno le lenticchie per almeno un paio d'ore. Tritate finemente la carota, il gambo di sedano e la cipolla, mettere sul fuoco una casseruola di coccio con un po' d'olio e farvi soffriggere il trito. Sciacquate e scolate le lenticchie e unitele al soffritto quando imbiondisce. Versare il vino nella casseruola e mescolare fino a farlo evaporare per metà. A questo punto, aggiungere la salsa di pomodoro e un po' d'acqua, fino a coprire del tutto le lenticchie. Coprite la casseruola e cuocete a fuoco moderato per un'ora circa. Togliete il coperchio, aggiungere un pizzico di sale e alzare il fuoco. Quando le lenticchie saranno sufficientemente asciutte, spegnete il fuoco, se necessario aggiustare ancora di sale e servire con un filo d'olio crudo.

Le lenticchie in cucina

Le lenticchie sono l'abbinamento perfetto per il cotechino, un ottimo contorno per qualsiasi secondo a base di carne. Si possono assaporare anche da sole, condite con un filo di olio extravergine o usate per arricchire minestre e zuppe.

Come abbinare le lenticchie

La lenticchie sono perfette aromatizzate con l’aglio, il rosmarino, il cotechino e i crostacei. Si sposano bene con i rossi in generale, dai più strutturati a quelli con modesto contenuto di tannini.

Vi abbiamo incuriosito? Venite a scoprire le ricette per cucinare le lenticchie a Capodanno.

 

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags