Blog

Dritte in cucina

Lo stravagante dolce (non troppo dolce) a base di quaglia

Di FDL il

Share
Lo stravagante dolce (non troppo dolce) a base di quaglia
Foto Lido Vannucchi

Avete mai provato a cucinare la quaglia?

C'è chi ama profondamente la carne pregiata di questo volatile e chi trova eccessivamente complicata qualsiasi preparazione che ne implichi l'utilizzo. 

Ma c'è uno chef che ha osato fare di più e con la quaglia è riuscito a realizzare un dessert: si tratta dello chef Alberto Gipponi del ristorante Dina di Gussago, in provincia di Brescia.

La passione di chef Gipponi per i dolci non dolci è nota e questo piatto che prevede, tra gli altri ingredienti, anche pinoli, whiskey, salvia e farina di mandorle, ne è la dimostrazione più evidente e forse estrema. 

Ma noi di Fine Dining Lovers non ci facciamo scoraggiare e siamo anzi sempre attenti a chi osa in cucina.

Qualcosa non quaglia | Il dessert di Alberto Gipponi

Per questo motivo non ci resta che proporvi passo per passo la ricetta integrale di C'è qualcosa che non quaglia, il dessert dall'ironico nome realizzato da Alberto Gipponi. Date un'occhiata.

Segui Fine Dining Lovers anche su Facebook

Tags