Blog

Dritte in cucina

Spaghetti, cinque cose da sapere se amate la pasta

Di FDL il

Share
Spaghetti, cinque cose da sapere se amate la pasta

Gli spaghetti sono uno dei simboli della dieta mediterranea e della cucina italiana. Sono famosi in tutto il mondo, ma poche persone tra coloro che non sono cresciuti in Italia sanno cucinarli senza spezzarli e riescono a mangiarli senza farsi aiutare da un cucchiaio o dall'ereticissimo coltello.

Ecco cinque curiosità sul più classico dei formati di pasta. 

  • Anche se in Italia accompagna tradizionalmente le tagliatelle e non gli spaghetti, il condimento per gli spaghetti più famoso nel mondo è il ragù alla bolognese, detto semplicemente "bolognese". Anche il piatto di spaghetti più diffuso all'estero, gli spaghetti con salsa al pomodoro e polpette di carne, in Italia non esiste, ma tutti l'abbiamo visto in Lilly e il Vagabondo.
     
  • Gli spaghetti con le polpette hanno ispirato anche la creazione del Flying Spaghetti Monster, la divinità del culto satirico dei Pastafariani.
     
  • Secondo la leggenda, Marco Polo assaggiò gli spaghetti per la prima volta alla corte di Kublai Kan e li portò con sé al suo ritorno in Italia. Ma l'origine degli spaghetti è ancora contesa tra la Cina e la Grecia.
     
  • Il nomignolo dispregiativo per gli italiani emigrati in America è "spaghetti eaters", cioè "mangiaspaghetti".
     
  • Gli spaghetti hanno dato il nome anche a un genere cinematografico di culto, starete certamente già pensando agli "Spaghetti Western": erano i film anni '70 girati in Italia con un budget limitato da Sergio Leone.
Tags