Blog

Dritte in cucina

Aspiranti bartender? Ecco gli attrezzi indispensabili

Di FDL il

Share
Aspiranti bartender? Ecco gli attrezzi indispensabili

Per diventare veri bartender e servire ottimi cocktail è importante avere gli attrezzi giusti.

Ecco qui la lista degli utensili da cucina indispensabili: 

Shaker. È un recipiente a forma di bottiglia che si apre dalla parte superiore. La sua funzione è quella di miscelare tutti gli ingredienti. Lo shaker, per assolvere alla sua funzione correttamente, va agitato in maniera energica e con entrambe le mani, con una presa sicura e un movimento rotatorio che va dai 5 ai 20 secondi. 

Boston Shaker (americano). Si differenzia dal normale shaker perchè costituito da una parte in metallo e una in vetro o in plastica, dove vengono messi gli ingredienti. In genere ha una capacità maggiore, e viene utilizzato per realizzare 3/4 cocktail. 

Cobbler Shaker. Differentemente dal Boston Shaker e dallo shaker canonico è composto da tre parti: un'inferiore metallica, una prima parte costituita da tappo e colino e un coperchio da porre sopra il tappo, che può essere usato come dosatore degli ingredienti. Grazie al colino non c'è bisogno dello Strainer. Attenzione ad incastrare bene tutte le parti, per impedire la fuoriuscita del liquido. 

Mixing Class. Un contenitore graduato con beccuccio, utilizzato per tutti quei drink che non vanno agitati ma che vanno serviti limpidi (lo shaker infatti rende il liquido "torbido"). Per usarlo in maniera corretta bisogna riempirlo di ghiaccio a tre quarti per raffreddarlo, per poi scolare l'acqua in eccesso. Poi si versano gli ingredienti, che vengono miscelati con un cucchiaio (Bar Spoon) e poi versati grazie ad un Strainer, indispensabile per trattenere il ghiaccio.

Strainer. È un colino con manico che deve avere lo stesso diametro del mixing o dello shaker. Esistono diverse tipologie, ma il più famoso è certamente il l'Hawthorn che ha la forma di cucchiaio, piatto con una molla d' acciaio. Esiste anche il Julep, con una forma più semplice e che assomiglia di più ai colini tradizionali da cucina. Il suo compito è quello di fermare il ghiaccio, o i residui di frutta e verdura, quando si versa il contenuto nei bicchieri.

Bar Spoon o Stir. Cucchiaino lungo che serve per mescolare i cocktail che non hanno bisogno di essere shakerati. Lo Stir ha anche una spirale attorno al manico, per facilitare il mescolamento degli ingredienti.

Pestello. Serve per la preparazione dei cocktail pestati come il Mojito o la Caipiroska. Ce ne sono diverse forme e grandenzze, e alcuni hanno la base zingrinata. In giro è possibile trovarne in plastica colorata o in acciaio inossidabile. 

Jigger. È un misurino utilizzato soprattutto negli USA, e che indica le dosi standard per gli ingredienti. Lo Jigger in genere corrisponde a circa 40 ml.  

Tags