Blog

Food & Drinks

Carambola, tutto sul frutto a forma di stella

Di il

Share
Carambola, tutto sul frutto a forma di stella

Tra i frutti esotici più strani, questo è certamente uno dei più affascinanti: stiamo parlando della carambola.

Si tratta del frutto dell'Averrhoa carambola, pianta appartenente alla famiglia delle Oxalidaceae.

Per la sua forma, caratterizzata da creste che scendono sui lati, nei paesi anglofoni la carambola è conosciuta come star fruit, ovvero frutto a stella.

Si ipotizza che questa insolita pianta abbia origine nelle Molucche e nello Sri Lanka, anche se secondo alcune fonti ne attribuiscono l'origine al subcontinente indiano e al sud-est asiatico.

Oggi è possibile reperirla anche in Occidente ma la carambola è considerata spesso un frutto ornamentale. Come si mangia? Quali sono le sue proprietà? Scopiamo assieme la carambola.

Carambola | Caratteristiche del frutto a forma di stella

Il frutto dell carambola ha una forma ovale, la sua lunghezza varia da cinque a quindici centimetri, con un diametro compreso tra i due e i dieci centimetri circa. 

Quante creste ha? Anche se siamo abituati a vedere in commercio frutti a cique punte (esattamente come le stelle stilizzate), la carambola può avere un minimo di quattro ed un massimo di otto creste.

Sia la buccia, liscia e cerosa, che la polpa, succosa e croccante, hanno un colore che varia dal verde pallido al giallo scuro.

Il suo sapore ricorda quello del ribes e degli agrumi, con un profumo molto intenso.

Carambola | Proprietà del frutto a forma di stella

La carambola è ricca di potassio e vitamina C; è inoltre povera di sodio e di zuccheri.

Contiene anche ossido nitrico, fenoli e flavonoidi quali acido gallico, catechina, epicatechina e proantociandine.

Come si mangia la carambola

La carambola si mangia tendenzialmente quando è giunta a maturazione, cioè quando il frutto è giallo scuro e le creste sono venate di marrone. 

Quando il frutto è ancora verde può risultare eccessivamente acidulo.

Si può gustare da solo, oppure impiegare per realizzare condimenti, cocktail - alcolici e analcolici -, conserve, macedonie esotiche.

Il Thai cous cous, a base di cous cous e verdure, prevede anche l'uso della carambola, ingrediente che lo rende un piatto particolarmente scenografico. In alcune zone dell'Asia si consuma stufato con zucchero e chiodi di garofano, in Cina si cucina con il pesce, mentre in Australia si fanno confetture.

Come si taglia la carambola

Prima di consumare la carambola bisogna lavarla a fondo perchè la buccia non si elimina. Il frutto va tagliato per il lato corto, le fette di carambola avranno un'evidente forma di stella.

Nel video di seguito è possibile vedere come si taglia la carambola.

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags