Blog

Food & Drinks

Cardamomo: tutte le proprietà della costosa spezia indiana

Di FDL il

Share
Cardamomo: tutte le proprietà della costosa spezia indiana
Foto VEGAN BAKING/FLICKR

Impareggiabile per il suo aroma, a metà fra la menta e l'eucalipto, è una delle spezie più costose al mondo, terza dopo lo zafferano e la vaniglia: stiamo parlando del cardamomo, ingrediente versatile e dalle mille proprietà che viene dall'Asia.

Per la popolazione indiana, il cardamomo è quello che la vaniglia è per l'Occidente, almeno seondo il libro di Madhur Jaffrey Spice Kitchen: Fifty Recipes Introducing Indian Spices.

CARDAMOMO: LA STORIA

Originario dell'India, il cardamomo è probabilmente usato dall'uomo fin da tempi antichissimi. Arriva dalla foresta pluviale a sud dell'India, dove viene coltivato nell'area chiamata comunemente Cardamon Hills (colline del cardamomo), ma ne esistonoo coltivazioni anche in Sri Lanka e Guatemala.

Insieme al pepe e alla cannella è una delle spezie importate in Europa dall'Impero Romano. Piccola curiosità: gli Antichi Romani lo usavano per lavarsi i denti e rinfrescare l'alito.

In Asia, invece, il cardamomo è sempre stato usato sia in cucina che come medicina. La medicina tradizionale cinese e quella indiana hanno usato questa spezia per curare tutto, dai problemi cardiaci alle malattie respiratorie fino ai disturbi allo stomaco. 

Photo courtesy of La Catholique/Flickr

CARDAMOMO: VARIETÀ

Ci sono due varietà di cardamomo: verde e marrone (conosciuto come cardamomo nero). Quello verde, in particolare quello indiano, è considerato più delicato e aromatico. Quello nero tende ad essere più amaro e ad avere un sapore più affumicato. Fra i due quello che costa meno è quello nero. Non stupitevi se in giro troverete anche del cardamomo bianco, ma sappiate che i semi sono stati schiariti e hanno una qualità inferiore. 

CARDAMOMO: USI IN CUCINA

In India il cardamomo conferisce ai piatti dolcezza e sapidità, soprattutto quando si tratta dei dolci. Era la spezia preferita dell'imperatore Mughal che conquistò l'India secoli fa, e che usava il cardamomo per salse, carne e riso. È una spezia essenziale per preparare la famosa masala chai, té speziato con latte, e per il garam masala, speciale mix di spezie. 

Oltre all'India, il cardamomo viene usato molto nei paesi arabi, in Iran, in Nord Africa e nella cucina Scandinava. Gli arabi lo usano in particolare nel caffè, così come alcuni paesi africani come l'Etiopia. In Marocco è l'ingrediente chiave per un mix di spezie chiamato ras-el-hanout. Il cardamomo, poi, viene usato diffusamente nei prodotti da forno in Finlandia, Svezia e Germania. 

Photo courtesy of Vegan Baker/Flickr

CARDAMOMO: PROPRIETA' BENEFICHE

Per millenni il cardamomo verde è stato usato nella medicina Ayurvedica indiana e nella medicina cinese tradizionale per curare una serie di malattie. Gli oli contenuti nel cardamomo vengono usati per i problemi alle gengive e per i dolori ai denti. Altre volte questa spezia può lenire il mal di gola, oppure aiutare quando si hanno difficoltà respiratorie e palpebre infiammate.

 

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags