Blog

Food & Drinks

Cinque cose da sapere sul tartufo

Di FDL il

Share
Cinque cose da sapere sul tartufo

Uno degli alimenti più pregiati, delizia per gli occhi e soprattutto per le papille degustative italiane e staniere. Parliamo del tartufo. Ecco le 5 cose che dovreste sapere su questo pregiato tesoro che nasce sottoterra.  

1 - Il tartufo è noto fin dall'epoca degli antichi egizi, e leggenda vuole che i greci usassero le sue proprietà afrodisiache durante i riti dionisiaci. Era amatissimo dai romani, che lo chiamavano "funus agens" (portatore di morte), perchè mangiato in ingenti quantità provocava delle bruttissime indigestioni. 
 
2 - Il tartufo è un fungo ipogeo, ovvero un fungo a crescita sottorrenea che appertiene al genere Tuber.
 
3 - Il tartufo, per essere maturo, impiega circa 6 mesi. Durante la sua crescita si nutre dalla sostanza organica che trae dalle radici degli alberi con i quali si trova a contatto. 
 
4 - Quando si raccolgono, i tartufi si conservano a lungo senza bisogno di particolari accorgimenti. Ad ogni modo uno dei metodi più comuni usati in passato, per preservarne la freschezza, è quello di riporli in vasi con crusca, segatura riso e sabbia, oppure nella lana per conservarne l'umidità.
 
5 - Esistono diverse varianti di tartufo: quello più pregiato è quello bianco (quello d'Alba). Ci sono poi quelli neri, suddivisi in Nero Pregiato e Nero Invernale. Simile al tartufo bianco è il Bianchetto, più scuro e che con la maturazione acquisisce un odore più simile a quello dell'aglio.
Tags