Blog

Food & Drinks

Crescione inglese, una decorazione da gustare

Di il

Share
Crescione inglese, una decorazione da gustare
Foto Pezibear - Pixabay

Vi abbiamo gia parlato del Crescione d'acqua, un pianta spontanea che cresce comunemente in Italia, soprattutto vicino a ruscelli e a corsi di acqua lenti. Ma la famiglia del crescione non è finita qui: il secondo tipo è il Crescione inglese.

Come è fatto il Crescione inglese

Il crescione inglese è anche detto crescione comune (lepidium sativus). Appartiene alla famiglia delle crucifere o brassicaceae come cavoli e rapanelli.

A differenza del Crescione d'acqua, che ha foglie più grandi, il Crescione inglese ha foglie piccole e molto tenere, per questo viene spesso utilizzato come decorazione. I suoi fiori sono piccoli e bianchi, mentre il seme è rosso scuro.

Il crescione inglese è molto aromatico e il suo sapore è tra l'acidulo e il piccante: una volta che l'avrete assaggiato, lo riconoscerete al primo colpo!

Le proprietà

Il crescione inglese è ricco di vitamina C, di sali minerali e di antiossidanti. Per beneficiare al massimo delle sue proprietà, è bene mangiarlo crudo. Tra i sali minerali si segnalano soprattutto calcio, magnesio e ferro. Provate a unirlo all'insalata e usate come condimento il succo di limone (che favorisce l'assorbimento del ferro).

Come coltivare il crescione inglese

Il crescione è una pianta annuale rustica, semplice da coltvare. Non ha bisogno di un terriccio particolare e può essere coltivata sia nell'orto che in un vaso (da posizionare, ad esempio, sul balcone o sul terrazzo). Ha una buona resistenza al freddo: se lo si protegge con un tunnel, si può seminare anche a gennaio, mentre da febbraio potrà crescere senza protezioni e in campo pieno.

Per la semina, meglio evitare i periodi più caldi. E' consigliabile coltivarlo in file che si distanziano di circa 12 cm tra loro. Abbiate cura di togliere con cistanza le erbacce. Il ciclo vegetativo è breve e dura tra i 20 giorni e i 2 mesi. 

Le ricette con il crescione inglese

Il crescione inglese si puù utilizzare sia crudo che cotto. Riesce ad abbellire qualsiasi piatto, dalla tartare di carne al risotto alla parmigiana. Tra le ricette con il crescione inglese più amate ci sono la tartare di salmone con avocado e crescione e lo strudel di pasta sfoglia in cui l'erbetta si trasforma in un pesto gustoso.

Tra i piatti più originali con questo ingrediente ci sono la zuppa al limone arricchita con riso e crescione e il risotto con lumache e crescione.

Durante il week end amate dormire fino a tardi? Le ricette perfette per il brunch sono vegane e saporite: il burger di fagioli neri da impreziosire con piccoli germogli di crescione e il patè vegano con carote, broccoli, soia e crescione.

E' ottimo da unire ai formaggi freschi, come la ricotta o i formaggi spalmabili e per aromatizzare il burro insieme a coriandolo, cerfoglio, capperi, senape e foglioline di spinaci.

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags