Blog

Food & Drinks

Le farine senza glutine: quali scegliere e cosa c'è da sapere

Di FDL il

Share
Le farine senza glutine: quali scegliere e cosa c'è da sapere
Foto © StockFood / Gross, Petr

Negli utlimi anni, si sente sempre più spesso di persone che sono intolleranti, "sensibili" o allergiche al glutine. In particolare, aumentano i casi di celiachia, cioè di persone che soffrono di un'infiammazione cronica dell'intestino tenue, scatenata dall'ingestione di glutine.

Ecco perché può essere utile sapere quali sono le farine prive di glutine che si possono trovare sul mercato. Premessa necessaria prima di parlare di un argomento così delicato: fate sempre riferimento al vostro medico in caso di patologie o dubbi sul vostro stato di salute. Un punto di riferimento importante, quando si parla di celiachia, è l'Aic, Associazione che da anni studia questo argomento e "guida" le persone con questa patologia verso scelte alimentari più adatte. Inoltre, quando si parla di farine, il problema più sentito è la "contaminazione", cioè la possibile presenza di percentuali di altre farine (contenenti glutine) nelle preparazioni. Ecco perché, se soffrite di celiachia, i prodotti che fanno per voi sono quelli confezionati e con il "marchio spiga barrata" che sono garantiti senza glutine. Ma vediamo quali sono le diverse tipologie di farine senza glutine più comuni che si possono trovare nei negozi di alimentari e nei supermercati.

Le farine senza glutine: alcuni esempi

Le farine senza glutine sono ricavate principalmente da cereali senza glutine, ma anche da legumi, da semi o dalla frutta secca (in questo caso si usa, comunemente, il termine "farina" anche se tecnicamente è impreciso). Se l'argomento gluten free vi appassiona, oggi vi consiglieremo alcune farine che non contengono glutine con cui potrete creare tante ricette fantasiose. Ricordatevi, quando mangiate alimenti preparati con questo tipo di farine, soprattutto se siete celiaci, di controllare bene l'etichetta per essere sicuri che non siano state aggiunte altri tipi di farine che, invece, contengono glutine.

Ecco un elenco di farine naturalmente gluten-free che potete utilizzare in cucina:

  • farina di riso
  • farina di mais
  • farina di amaranto
  • farina di grano saraceno
  • farina di miglio
  • farina di quinoa
  • farina di sorgo
  • farina di teff 
  • farina di ceci 
  • farina di fagioli
  • farina di lenticchie
  • farina di fave
  • farina di lupini 
  • farina di soia
  • farina di fagioli azuki
  • farina di piselli
  • farina di castagne
  • farina di cocco
  • farina di semi di lino 
  • farina di mandorle
  • farina di nocciole
  • farina di carrube
  • farina di semi di girasole
  • farina di konjac

Anche l'amido di riso, l'amido di mais e la fecola di patate sono senza glutine. 

Le farine senza glutine per dolci, pane e pizza

Oggi si trovano in commercio tanti mix già pronti che vi permetteranno di preparare, senza stress, pane, pizza, biscotti e torte. Si tratta di preparati studiati per ottenere un risultato ottimale, anche se non siete troppo "pratici" di cucina gluten-free.

Il marchio "Spiga barrata"

Come ulteriore garanzia per il paziente celiaco, l'Aic ha registrato un simbolo che identifica i prodotti per i quali sia stata accertata l’idoneità al consumo da parte dei celiaci: contenuto di glutine inferiore ai 20 ppm secondo quanto indicato dal Ministero della Salute.

Per qualsiasi dubbio, fate riferimento al vostro medico. Vi consigliamo, inoltre, di guardare il Prontuario dell'Aic che è sempre aggiornato.

Segui FineDiningLovers anche su Facebook
 

Tags