Blog

Food & Drinks

Italian Food Porn - Pizza Edition. Simone Padoan 'I Tigli'

Di FDL il

Share
Italian Food Porn - Pizza Edition. Simone Padoan 'I Tigli'
Foto Aromi Creativi

Se dovessimo parlare degli albori della pizza gastronomica - o se volete pizza gourmet - forse dovremmo tornare a San Bonifacio nel 1994, quando un giovanissimo Simone Padoan decide di aprire I Tigli,  locale che rivoluziona il concetto di pizza, impasto, topping e di pizzeria stessa.
Foto: Carpaccio di Cappasanta © Aromi Creativi

20 anni di lenti cambiamenti per Simone, che dalla tradizione è partito con il chiaro intento di fare evolvere uno dei piatti più amati degli italiani. Ed eccola finalmente: l'alta cucina arriva sulla pizza, insieme alle sue pratiche, non ultima la degustazione e i menu che cambiano in base a stagionalità e a idee.  

Non solo topping: il grande lavoro di Simone è soprattutto su impasti e lievitazione. Giornalmente si mette a lavoro sui diversi tipi di impasto. Quelli "salati"  vengono realizzati con il lievito madre Gaia, usato dal 1999 e mantenuto "a secco". Svariati poi gli impasti dolci per panettone, panfrutto, panbrioche, focaccia veneta, che sono invece realizzati con il lievito madre Rolando, mantenuto in acqua.


Foto: 'Battuto di Battuto' ( Con pomodoro frutto di un processo di osmosi sottovuoto: una parte del pomodoro viene reso in purea, andando ad amplificare a concentrare il gusto del pomodoro al coltello) ©Aromi Creativi

E per festeggiare questo numero importanti, 20 anni di grandi pizze e di grandi rivoluzioni, Simone ha deciso di organizzare diverse serate, tutte a tema, dove la pizza è sempre assoluta protagonista. Il primo di questi appuntamenti si è svolto l'8 aprile, ovviamente a I Tigli: una cena Botta e Risposta, dove lo chef/pizzaiolo ha giocato con i miscelati dei due fratelli Luca e Marco Braguti del locale di Verona Frizzante Lab.

Durante la serata quattro le pizze in degustazione, alcune presenti con qualche variazione anche nel suo nuovo menu: Cappasanta marinata alla Yuzu, radicchietto amaro, mango e polvere di te matcha; Branzino al Cartoccio agretti con lime e aceto, katsoubushi; Battuto & Battuto pomodoro con olive, capperi, lime e carpaccio di manzo con peperone candito e Anguilla Laccata, rapa di Chioggia, asparago verde, cacioricotta e coulis di fragole.

Il viaggio a San Bonifacio vale solo per uno spicchio di queste pizze, ma ad attendervi c'è tanto altro, non ultimo un menu sempre in evolzione. L'unica regola per Padoan? Nel suo ristorante non si cambiano ingredienti e non si cambiano gli impasti delle pizze: tutto viene calibrato al millimetro, quindi scordatevi le variazioni da pizzeria d'asporto.


Foto: Quattro B

Volete sognare la pizza di Padoan con noi? Qui di seguito le spettacolari immagini delle creazioni di Simone per un po' di sano food porn che sa di pizza. 


Foto: Pizza con Crudo di Gambero con accanto fialetta di gin tonic, che il commensale può a piacere spruzzare sulla pizza. 

Foto: "Hamburger che non c'è" (Base con focaccia) 

Foto: Pizza con Piccione (La cottura della carne è istantanea e rapidissima, grazie alle alte temperature del forno a legna. Ciò consente di ottenere una cottura ottimale e differente tra interno/esterno.)

Tutte le foto: ©AromiCreativi

Tags