Blog

Food & Drinks

Nicola Dinato: i piatti dal menu del ristorante Feva

Di il

Share
Nicola Dinato: i piatti dal menu del ristorante Feva

Nel comune di Castelfranco Veneto, in provincia di Treviso, c'è un elegante edificio storico che ospita al suo interno un ristorante di alta cucina composto di soli nove tavoli, per un totale di trenta persone. 

Si tratta del ristorante Feva, 1 stella Michelin dal 2015. 

Titolare e chef è Nicola Dinato, che gestisce questo suo piccolo mondo dopo importanti esperienze tra cui l'Osteria Da Fiore di Venezia, il George Private Club dell’Harry’s Bar Group e Le Gavroche a Londra, Le Louis XV di Alain Ducasse a Montecarlo, El Bulli di Ferran Adria. Dal giugno 2017 è anche titolare dello Zanze XVI di Venezia.

Ma entriamo ora nella cucina del Feva e diamo un'occhiata da vicino ad alcuni piatti del suo menu degustazione Anima.

Chef Nicola Dinato | I piatti del ristorante Feva

Aria Fritta (canapè). Nuvola di tapioca fritta, servita con una maionese a base di soia, con sesamo nero e alga kombu. Il nome giocoso vuole essere una provocazione alla frivolezza moderna, un epoca in cui il "nulla" acquista sempre più valore.

Milano-Verona (entrè). Crème brulée salata che unisce, in una mousse servita all'interno dell'osso, due classici risotti: quello alla milanese (quindi con zafferano e ossobuco) e quello di verona "alla sbirraglia" (con frattaglie di pollo). Zucchero di canna bruciato e polvere di tuorlo d'uovo a chiudere.

L'ultima caprese. Burrata servita con Uzielli (o micro-cigliegino), varietà antica e rara di pomodoro che viene coltivata nell'orto del ristorante, acqua di pomodoro e olio al basilico.

Crostatina. Crostatina di foie gras e rabarbaro, guarnita con bacche di sambuco.

Brasato Crudo. Tartare di vacca burlina (varietà autoctona del Monte Grappa) mascherata da una nappatura di liquirizia in un pezzo di carne cotta. Poggia su una pasta di capperi ed acciughe, circondata poi da crema ai ceci, spolverata con fava di cacao.

Capretto in Limone di Capra. Capretto disossato, cotto prima allo spiedo poi terminato in oliocottura. Accompagna una panisse di ceci ed il "limone di capra", che viene privato della polpa e cotto confit, successivamente all'interno viene fatto colare uno yogurt di latte di capra.

Pesce Saturnine. Pesche saturnine caramellate, servite con il loro sorbetto. Alla base frutto della passione e coulée di liquirizia.

Mojito. Servito sferificato, per ripulire il palato prima del caffè.

Segui Fine Dining Lovers anche su Facebook

Tags