Blog

Food & Drinks

Pizze d'estate: 5 interpretazioni fresche e gourmet

Di il

Share
Pizze d'estate: 5 interpretazioni fresche e gourmet
Foto Courtesy of Berberè

Cambio di stagione anche per i topping delle pizze. Con il bel tempo, le interpretazioni gourmet si adeguano alle alte temperature e sfoggiano verdure estive, sapori freschi e declinazioni aromatiche. Ecco allora cetrioli, friggitelli, frutta e foglie verdi, ma anche condimenti a crudo e giochi di consistenze. 

Scoprite qui di seguito 5 pizze estive, per rifarsi occhi e palato con i sapori e le sfumature dell'estate.

La pizza con Prosciutto e Fichi di Giolina

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da GIOLINA (@giolina_milano) in data:

Giolina, insegna meneghina aperta la scorsa primavera a Milano, propone una pizza in stile napoletano con un impasto semintegrale e ricercati topping. Tra le Speciali Estate del primo pizzaiolo Danilo Brunettiecco una proposta che richiama un abbinamento classico: fiordilatte di Agerola, Prosciutto di Parma Dop 30 mesi, fichi freschi, olio extravergine d'oliva monocultivar Coratina e basilico fresco. 

La pizza con pesto e tarallo di Carlo Sammarco

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Pizzeria Carlo Sammarco 2.0 (@carlosammarco2.0) in data:

Ecco una pizza estiva a canotto, firmata dal campano Carlo Sammarco, giovane patron della Pizzeria Carlo Sammarco 2.0, con sede a Frattamaggiore e ad Aversa (dove ha in programma un imminente ampliamento). Si tratta di un lievitato che gioca con sapori e texture, dove la freschezza del pesto di basilico incontra la croccantezza del tarallo sbriciolato e il gusto dei pomodori secchi

La pizza con capocollo e friggitelli di Andrea Godi

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Andrea Godi (@andrea_godi_pizzaambassador) in data:

Ci spostiamo in Puglia, dove Andrea Godi, alla pizzeria 400 Gradi di Lecce, propone una pizza gustosa, che omaggia i sapori di stagione, ma anche le tipicità locali. Come? Con un topping a base di stracciatella del Caseificio Magnifica, capocollo firmato Salumificio Santoro e friggitelli crudi. Per una nota green, fresca e croccante. 

Profumo di Prato di Denis Lovatel

Photo credit: AromiCreativi

In Veneto, invece, Denis Lovatel della Pizzeria Da Ezio di Alano di Piave propone una pizza a base rossa con le erbe spontanee estive che raccoglie nei dintorni (mentuccia, rucola, lattuga, valeriana, bieta, aneto, levistico), spicchi di fichi freschi, fiori eduli caciotta di capra prodotta a chilometro zero, aggiunta a crudo.

Si chiama Profumo di prato e, all'uscita, viene condita con olio extravergine d'oliva aromatizzato al rosmarino. Una pizza che gioca con la croccantezza dell'impasto del cornicione, la freschezza delle erbe, la dolcezza dei fichi, la cremosità e la leggerezza del formaggio di capra. "È nata dall’idea di esprimere il mio luogo di appartenenza, dare la sensazione all’occhio del cliente di essere nei prati di montagna dove abbiamo i colori dei fiori, le erbe spontanee, le capre e i frutti", spiega Lovatel.

La Pizza ai cetrioli di Berberè

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Berberè (@berberepizzeria) in data:

Con quattordici punti vendita tra Italia e Inghilterra (gli ultimi tre inaugurati a Milano-Stazione Centrale, Torino e Londra) Berberè continua la sua espansione. Nel menu estivo di Matteo Aloe, fondatore dell'insegna assieme al fratello Salvatore, ecco la pizza ai cetrioli, tagliati a rondelle sottili e usati a crudo, con salsiccia di mora romagnola, tzatziki e fiordilatte: un topping fresco, verde, leggero e leggermente crispy, che porta all'istante il palato in vacanza.

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags