Blog

Indirizzi da non perdere

Kanpai, a Milano un autentico izakaya giapponese

Di il

Share
Kanpai, a Milano un autentico izakaya giapponese
Foto Santi Caleca

A Milano, a pochi passi da Porta Venezia, ha da poco aperto Kanpai, un locale giapponese in cui potersi rilassare tra un drink creativo e uno dei piatti, visionari nella loro semplicità, di Jun, già sous chef di Gong. Si tratta di autentico izakaya, il tipico indirizzo nipponico in cui bere bene e poter stuzzicare qualcosa nell'informalità di un ambiente che strizza l'occhio al design. 

Scopriamo insieme Kanpai (il cui slogan è un espicito "Japanese Hangout"), il nuovo indirizzo per foodies di via Melzo, a Milano. 

Kanpai a Milano: il locale

L'esperienza di Kanpai non si limita soltanto all'aspetto food ma vuole trasportare i propri clienti in un Giappone autentico, contemporaneo e urbano, lontano dagli stereotipi. Le tre sale da cui è costituito ricreano ambienti totalmente differenti, benchè accumunati da un'eleganza discreta che guarda con interesse all'arte contemporanea. Se nella prima stanza, quella che accoglie gli ospiti, ci si trova in un pub asiatico molto trendy, su cui troneggia l'imponente lampadario fatto con bottiglie di sake, ci si sposta poi tra le mura grezze della seconda sala, in cui colpisce il murales con installazioni video dell’artista Alessandro Di Vicino, in arte Gaudio, un’opera che omaggia i tanti vicoli molto animati della metropoli giapponesi. Si giunge quindi nella stanza elegante e discreta delle moderne lampade del Sol Levante.

Kanpai a Milano: il menu

Foto: Aromi Creativi

Pochi piatti (ma sono aperti da poco e osano spesso dei succulenti fuori menu, siamo sicuri che la carta si arricchirà) ben eseguiti, quelli di Kanpai; a idearli la chef giapponese Jun. Dagli spiedini alle portate signature, fino ai classici della tradizione nipponica, qui è possibile concedersi uno spuntino chic o fare una cena completa.

Tra i piatti troviamo lo Shimesaba, sgombro marinato in aceto di riso; il Maguru tsuke don, ciotola di riso con tonno marinato e alghe croccanti; il Karaage nanban lime, frittura di pepite di pollo marinate allo zenzero; il Kakuni, stracotto di pancia di maiale.

Kanpai a Milano: i drink e il sake

Foto: Aromi Creativi

Altra anima imprescindibile di Kanpai è quella legata al mondo della mixology e del sake.

Al bancone troviamo così Samuele Lissoni, che firma un'audace ed impeccabile drink list. Molti i twist sui grandi classici della miscelazione, che affiancano stravaganti creazioni a cui è impossibile resistere. Da provare il The Moon, con vodka, shochu, tè matcha, succo di yuzu, sciroppo al pepe di Sichuan, alchechengi fresco; l'Inemuri 999, con vodka al kaffir lime, velluto di liquore alla camomilla, sherbet allo zenzero e cetriolo, seltz; l'Okinawa Ice Tea, con vodka al lemongrass, rum chiaro, gin, cointreau, succo di limone, sciroppo agli olii essenziali di agrumi, cola al tè bancha.

Gli amanti del sake saranno accontentati: ampia e di livello la situazione di etichette, ma non mancano altre chicche tra whisky, gin giapponesi, vini naturali.

Cosa: Kanpai

Dove: via Melzo 12 - Milano

Info: Sito

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags