Blog

Indirizzi da non perdere

Le Asiatique è il nuovo, centralissimo, fusion bar di Roma

Di il

Share
Le Asiatique è il nuovo, centralissimo, fusion bar di Roma

Nello splendido largo della Fontanella Borghese, tra l'arteria di via del Corso e le gallerie d'arte di via di Ripetta, è appena nato Le Asiatique.

I sapori del Giappone e quelli mediterranei trovano un punto di incontro nelle architetture del milanese Matteo Crippa, che ha pensato a sei diverse stanze di ristoro riprendendo in ognuna di esse temi cardine della cultura Sol Levante. La stanza degli specchi, quella del kimono e una preponderanza di orchidee e legno scuro che denotano eleganza.


È qui che si farà voce, a breve, la cucina dello chef Daniel Cavuoto, che si è fatto le ossa nella cucina bistellata di Pierre Gagnaire allo Sketch di Londra.
I crudi, i marinati, il sushi, ma anche la carne e i noodles sono i portavoci del nuovo locale capitolino. Situato a poche decine di metri dall'osannato Zuma in casa Fendi, Le Asiatique sarà all'altezza delle recenti aperture fusion (vedi Yugo)? 

Non ci sono dubbi: le cose da rivedere ci sono. Così come quelle da rodare, il servizio di sala, ad esempio.

Dall'antipasto alle portate principali - per quello che ci è riuscito di vedere - l'identità è ancora decisamente incerta: una preponderanza di pesce fa muro a carni di qualità.
Ma iniziamo per ordine. Iniziamo dal simbolo della cucina nipponica per eccellenza: il sushi.


I nigiri della casa, che possono essere ordinati da soli (22€ per 9 pezzi) o accompagnati dal sashimi (42€ nighiri 9 pezzi/ sashimi 12 pezzi), non spiccano per la loro nota fusion. 

Va sicuramente meglio quando lo chef sperimenta prendendo il fritto della nostra cucina, più robusto, per fare un nigiri di riso marinato e pressato con un topping di manzo Wagyu, spicy mayo e alga nori (12€).

Alla voce entrée rientrano insalate, carpacci e i ravioli della tradizione cinese. Il carpaccio di salmone (15), marinato e immerso in una purea di mango con guacamole e nocciole va oltre il fusion a due mani, prendendo con sé frutto tropicale, salsa messicana, pesce giapponese e nocciole italiane. Ne viene fuori un piatto sicuramente colorato, ma non pulitissimo, dove le note acide si scontrano con quelle dolci del frutto.

Diverso è il discorso per l'altra portata principe degli antipasti: i ravioli alla piastra ripieni di anatra e fois gras con salsa di parmigiano 36 mesi, che hanno un gusto forte che soddisfa le papille (16€).


Come in altri locali del genere ecco l'idea di abbinare i cocktail ai piatti, con miscele create dalla barlady del Plaza Valeria Pieri, capace di calibrare i distillati giapponesi per renderli classici: dal Purosangue Mule con Shochu Akoage, lime e ginger beer, al Kill Bubble (Kodakara Yuzu, melograno, Creole bitter e Franciacorta), da gustare assieme alla ceviche di ricciola.

Ecco la seconda parte del menù, quella dove regnano i marinati e i crudi: abbiamo assaggiato proprio la ceviche di ricciola, con uova di salmone, cipolla rossa e habanero (16€), dal sapore forte e ancora una volta tendente all'acido.
Quello che colpisce davvero è l'attenzione con cui Daniel Cavuoto tratta i secondi piatti, siano essi di carne o pesce. Prìncipi indiscussi in questo senso sono il Merluzzo nero marinato al miso su crema di cavolfiore (24/42€), cotto a bassa temperatura e quindi scottato, dalla consistenza morbidissima e dal sapore succulento.

Spicca su tutto il Petto d'anatra. Un petto d'anatra marinato in salsa galbi con laccatura al miele, millefoglie in alga nori e purea di barbabietola bianca e rossa (26€), dalla cottura indiscutibilmente perfetta. 

Aperto anche a pranzo - dove la formula di diversi box è veloce e pratica per chi ha poco tempo durante la pausa - quello de Le Asiatique sembra proprio una scommessa coraggiosa, con ottimi presupposti, per i giovani imprenditori Michelle Sermoneta e Stefano Calò.

È sicuramente troppo presto per tirare le somme e c'è molto lavoro da fare - tra cui l'adeguare i prezzi troppo alti rispetto all'offerta attuale -, ma d'altronde nessuno nella storia della ristorazione è mai partito con ogni tassello al posto giusto. Gli errori portano a mettersi in discussione e creano la capacità di osare sempre più nel modo giusto.

 

Cosa Le Asiatique

Dove Largo della Fontanella Borghese

Tel 06 69330441

FB Facebook.com/leasiatiqueroma

 

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags