Blog

Indirizzi da non perdere

Officina del Riso, a Milano il ristorante che vede il riso in modo nuovo

Di il

Share
Officina del Riso, a Milano il ristorante che vede il riso in modo nuovo
Foto Angelo Romeo

E' l'idea di due giovani imprenditori - Luca Gruttadauria e Edoardo Maggiori - con la voglia di pensare in modo nuovo il risotto, piatto tipico milanese e lombardo. Da questa passione, in via Marghera a Milano, nasce un ristorante che pensa il riso in modo nuovo, con un'offerta stagionale e piatti originali, come il sushi rivisitato in chiave "carnivora" e i gunkan che uniscono arte giapponese e ingredienti mediterranei.

Officina del riso | Il locale

Ambiente friendly, accogliente e curato in ogni dettaglio. Tavoli in legno massello di faggio piacevolmente ruvidi al tatto montati su tre putrelle di metallo saldate tra loro, sedie di pelle capitonnè, per uno stile easy e senza eccessi, ma che convince. 

Si può mangiare all'ingresso, vicino al banco bar, per godere dei momenti di "mixology", oppure attraversare un piccolo corridoio fino ad arrivare alla sala sul retro, più intima, dove vi accoglieranno luci soffuse e bottiglie a vista. Il ristorante giusto per una serata "rilassata" tra amici, ma piacevole anche da vivere in coppia.

I titolari Luca Gruttadauria e Edoardo Maggiori - foto Angelo Romeo

Officina del riso | Il menu

Riso, riso e ancora riso, ma non ci si annoia mai. Partiamo dall'antipasto. Imperdibili i gunkan, riso modellato in forma ovale e avvolto da ingredienti della tradizione italiana: c'è quello che ricorda la carbonara, con guanciale, spuma di pecorino e tuorlo d'uovo fresco, quello mediterraneo con cetriolo, coulis di pachino e cipolla caramellata, quello con la carne salata e il perlage di tartufo, e, infine, quello con lardo e cipolla rossa. Per iniziare ottimi anche i fiori di zucca impanati nella farina di riso per un effetto super croccante.

I gunkan di carne

Tutto nasce da una selezione di riso molto particolare. Si chiama Lomello, ed è una nuovissima tipologia simile al Carnaroli, dal chicco robusto e dalla scorza spessa e morbida che conferisce una cremosità fuori dal comune al risotto anche senza l’aggiunta di burro in mantecatura.  

I primi piatti sono risotti: dieci più uno (fuori carta e sempre fresco di stagione). Tra i cavalli di battaglia il "Rosso di sera" con barbabietola, spuma di pecorino e rucola selvatica croccante e il Riso con olio all'aglio nero e peperoncino dolce. Se ancora non vi bastasse, provate "Battuta e riso" con pesto di basilico senza aglio e battuta di fassona.

Risotto Ispanico con fagioli neri

E come dolce? Ottimi il Tiramisù al tè matcha e la "mascarponata", quenelle di mousse di mascarpone, biscotto di riso, marron glacé al brandy e un pizzico di cacao.

La carta dei vini conta circa 30 referenze, dal Chianti al Franciacorta, fino ad arrivare a champagne importanti. 

Cosa: Officina del riso

Dove: Via Marghera, 29 - Milano

Info: Sito 

Segui Fine Dining Lovers anche su Facebook

Tags