Blog

Indirizzi da non perdere

Eugenio Boer raddoppia: a Milano apre il ristorante Altriménti

Di il

Share
Eugenio Boer raddoppia: a Milano apre il ristorante Altriménti

A meno di un anno dall’inaugurazione del suo ristorante gourmet [bu:r], lo chef Eugenio Boer raddoppia e apre a Milano il ristorante Altriménti. Con lui, in qualità di soci, il suo affezionato maître Damian Piotr Janczara e due clienti storici dai tempi di Essenza, Lorenzo Galletti e Leonardo Nardella.

In via Monte Bianco 2/A, nel nuovo distretto milanese di Citylife, questo ristorante vuole imporsi come un nuovo punto di ritrovo elegante e informale, da vivere a cena come in pausa pranzo.

Altrimenti | Il menu

Il menu di Altriménti è in pieno stile Boer, privo di fronzoli e schietto. Qui i piatti non vogliono essere sperimentali ma soltanto buoni, ben impiattati e ben eseguiti, andando così ad appagare tutti i sensi.

La carta ha un approccio evidentemente contemporaneo: non si divide infatti in antipasti, primi e secondi piatti, ma semplicemente in Verdure, Carni, Pesci, Dessert, lasciando il cliente libero di orientarsi e al vegetariano di sorridere.

Tra le verdure (piatti sostanzialmente vegetariani) troviamo la Carota, nocciola, olive taggiasche e crema di Caprino; gli Spatzle, peperoni, olive, basilico e Castelmagno; la Zucca, salvia, caffè e mandorla.

Tra le carni invece alcuni classici leggermente rivisitati come i Mondeghili, patate e aneto; gli Agnolotti, fegato alla veneziana, consommé speziato; la Faraona, cavoletti di Bruxelles e melograno. Intrigante la proposta di mare, che parte con la Seppia, calamaro, zafferano e rucola; il Baccalà, polenta e peperoni, fino ad arrivare ad una trionfale Astice alla catalana.

Altrimenti | Il locale

Il progetto del locale è firmato dallo studio Offstage ed è un tributo alla creatività a 360°. Basta salire qualche gradino dal piano strada per ritrovarsi in un ampio locale diviso in tre aree ben distinte per funzione ma anche per arredamento e atmosfera.

All’ingresso la prima sala, con 35 coperti, si caratterizza per una parete ricoperta da ben 76 stampe di alcuni tra i più significativi illustratori contemporanei, da Davide Baroni a Chiara Ghigliazza, da Giordano Poloni a Marianna Tomaselli; c’è poi l’esclusivo privè, situato sullo stesso piano e che può accogliere un massimo di 20 persone.

Infine la veranda rialzata: anche qui un massimo di 20 coperti, sicuramente l’ideale per le coppie. La cantina, ampia e luminosa, ha tutta l’aria di essere anch’essa un posto da vivere, magari con degustazione organizzate ad hoc.

Cosa: Altriménti

Dove: via Monte Bianco 2/A, Milano

Info: Sito

 

Segui Fine Dining Lovers anche su Facebook

Tags