Blog

Indirizzi da non perdere

Koinè Restaurant, la sfida gourmet della provincia milanese

Di FDL il

Share
Koinè Restaurant, la sfida gourmet della provincia milanese

Proporre una cucina creativa e mai scontata in una zona, quella dell'Altomilanese, in cui ci si accontenta spesso di anonime pizzerie o abbuffate pseudo asiatiche: è questa la sfida del ristorante Koinè, che dal 2014 a Legnano (provincia Milano) prova a dimostrare che non è sempre necessario puntare verso la metropoli per trovare qualità e ricerca.

In un ambiente raffinato e allo stesso tempo raccolto - una trentina i coperti totali distribuiti in due piccole sale - il giovane chef Alberto Buratti e il maitre Davide Ceriotti lavorano con l'obiettivo di diffondere una cultura gastronomica che parli quella koinè che da il nome al ristorante: un linguaggio condiviso, quindi compreso da tutti, reso però sempre più ricco dalle contaminazioni e dalle esperienze personali fatte in giro per il mondo.

Accanto a una carta piuttosto agile - rispettivamente cinque antipasti, primi e secondi che cambiano in base alle stagioni - il ristorante Koinè propone tre diversi menu degustazione per altrettanti gusti ed esigenze. Il primo, composto da cinque portate e denominato Radici, è pensato per chi cerca i sapori rassicuranti della cucina tradizionale lombarda (tra le proposte Risotto ai pistilli di zafferano e la classica Costoletta di vitello alla milanese).

Il secondo è un percorso alla scoperta delle materie prime e degli Ingredienti cari allo chef, che danno il titolo al menu stesso: sette piatti in totale tra cui il Bue grasso, gli Spaghetti in "cagnone" - rivisitazione del tradizionale Risotto in cagnone - preparati con acqua di parmigiano, polvere di salvia, burro nocciola e spuma di prezzemolo o ancora Pluma di maiale iberico pata negra servita con salsa al cherry e verdura giardiniera.

Spaghetti in "cagnone"

Pluma di maiale iberico

Chi proprio non rinuncia a osare può provare invece La Koinè dei sapori, menu degustazione a sorpresa da almeno otto portate, i cui piatti cambiano spesso lasciando lo chef libero di sperimentare e allo stesso tempo stupire giocando sul filo dell'ironia. Serviti nel classico piatto delle escargots, per esempio, i bignè ripieni di patè di lumache con crema catalana di prezzemolo e aglio strizzano l'occhio alla tradizione gastronomica francese reinterpretata usando un ingrediente - le lumache, appunto - italianissimo. O ancora gli Gnocchi di riso al curry, in cui la cultura asiatica del riso incontra gli gnocchi italiani, conditi con una salsa a base di spezie del mondo arabo.

Crema catalana di prezzemolo e aglio, bignè ripieni al patè di lumache

Un approccio alla cucina creativo e mai scontato, che si riflette anche nella lista dei dolci. Non è un caso che il predessert si chiami Creme caramel?, con tanto di punto di domanda: l'ingrediente principale del crème caramel, a un primo assaggio non così semplice da riconoscere, è infatti il foie gras che si accompagna a una gelatina di souternes. O ancora Aspromonte, una cupola di cioccolato dolce omaggio del pasticcere alle proprie origini calabresi. 

Crème caramel?

Menu degustazione da 47 a 62 euro, bevande e coperto esclusi.

Cosa Koinè Restaurant

Dove Vicolo Corridoni 2C, 20025 - Legnano (MI)

Tel. 0331 599384

Web www.koinerestaurant.com/

Fb Koinè Restaurant

 

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags