Blog

Indirizzi da non perdere

Il vero thailandese arriva a Milano: scoprite Thai Gallery

Di il

Share
Il vero thailandese arriva a Milano: scoprite Thai Gallery

Porta Nuova nuovo polo ristorativo milanese? Sembra proprio di si.

Prima il fine dining di The Stage, poi l’apertura del messicano Bésame Mucho e adesso è ora di Asia, anzi di Thailandia, con Thai Gallery.

Il ristorante thailandese ha aperto a dicembre con una formula è semplice ma vincente, un ristorante 100% thai - i cuochi sono tutti thailandesi - senza inclinazioni fusion, in una cornice di design ma molto ancorata alle radici culturali.

Bernard, giovane proprietario del Thai Gallery, ci dice che dopo Shanghai questo è il secondo ristorante thailandese che apre. Perché Milano? "Perché è una vetrina d'eccellenza". 

Non solo vera cucina thailandese. Il ristorante ospita anche una galleria d’arte, con una selezione di dipinti e lavori - tutti in vendita - di giovani designer e artisti asiatici. Niente folklore, dunque: la tradizione viene servita in piatti di design di ceramica, fr tatami cuciti a mano con colori sgargianti ma perfettamente in tono.

Due le sale: quella all’entrata con tavoli “occidentali” ce zona bar, e quella sicuramente più suggestiva dove togliersi le scarpe per accomodarsi sui tatami, magari vicino all’enorme Buddha di oltre una tonnellata che regna sovrano fra due rilassanti cascate.

IL MENU DI THAI GALLERY

Dicevamo tradizione thailandese: niente fusion, una scelta ben precisa, soprattutto in una città come Milano che ha poca dimestichezza con questa cucina. E l'intento riesce. Piatti sufficientemente golosi, porzioni abbondanti, qualità negli ingredienti e una digestione senza troppe beghe.

Interessante il classico Pad Thai - a cui aggiungere un po’ di peperoncino e arachidi serviti a parte - ovvero spaghetti con pesce o pollo, uova e scalogno.

Da provare almeno una delle tradizionali zuppe con cocco, pollo o gamberi, citronella, galanda e funghi, e ovviamente almeno uno dei buonissimi piatti con pasta di curry (verde, giallo o rosso). Fra i secondi filetti di branzino, gamberoni, calamari saltati con spezie, brasati e molto altro.

Per chi non ha dimestichezza con la cucina thailandese c’è anche un iPad con il menu e foto per capire cosa state ordinando precisamente.
Foto: ©Fine Dining Lovers

Per vegetariani e persone attente alla linea c'è una bella sezione dedicata alle insalate - fra tutte quella di papaya verde con fagiolini, pomodorini e granella di arachidi piccante ma fresca - e ai piatti vegetariani.

Se volete assaporare l’intera esperienza come si deve ordinate un buon te rosso, dolcissimo, che straordinariamente non cozza con tutta la sequela di ottime portate che arriveranno dopo.

Foto: ©Fine Dining Lovers
 

Dolci delicatissimi a base di frutta: da provare la Tapioca con crema di cocco avvolta in foglie di Pandan (non mangiate la foglia però), la Torta ariginale alla banana e il famoso Mango su letto di riso dolce con latte di cocco.

Foto: ©Fine Dining Lovers
 

Prezzi? Antipasti da 6 a 12 euro, primi piatti da 12, econdi dai 18 ai 30.

A pranzo menu interessanti - e molto ricchi - a 20 euro e aperitivo a 12 euro con cocktail dalle influenze asiatiche e stuzzichini inclusi.

E da bere? Oltre il te rosso, vini - italiani e francesi - e la birra thailandese Sincha.

 

Cosa Thai Gallery

Dove Piazza Alvar Aalto, Via Amerigo Vespucci 12

Tel 02 8928 0745

Web www.thaigallery.it

FB Facebook.com/ThaiGalleryMilano

 

Segui Fine Dining Lovers anche su Facebook 

Tags