Blog

A tu per tu

Il sogno di Matias Perdomo: "Una scuola di cucina nel mio Uruguay"

Di FDL il

Share
Il sogno di Matias Perdomo: "Una scuola di cucina nel mio Uruguay"
Guarda la gallery

Uruguaiano di nascita e milanese d'adozione, Matias Perdomo è lo chef del ristornate Al Pont de Ferr di Milano.

Non ama le ostriche ma sa che una cena romantica richiede sapori deliziosi per portate molto leggere.
Il suo sogno nel cassetto? Aprire una scuola pubblica di cucina in Uruguay, il suo Paese. 

Qual è il tuo piatto preferito? 

Spaghetti al pomodoro.
 
Quello che invece detesti?
Le ostriche. 
 
Il piatto che avresti voluto creare tu?
L'albicocca di Jordi Roca.
 
Descriviti in tre parole.
Permaloso, sincero, umile.
 
Se non fossi chef, cosa ti piacerebbe fare?

L'architetto. 
 
Due sapori che non possono andare insieme? 

Dolce su dolce.
 
L’ingrediente più importante della cucina?
Il sale. 
 
Il menù ideale per una serata romantica?
Anzitutto bisogna mangiare poco. Quindi: capesante, gazpacho di pomodoro, triglie di scoglio con olive e carciofini alla vaniglia. Per concludere, fragole con la panna. Tutto cucinato con amore, che è l’ingrediente più importante dopo il sale. 
 
Un piatto veloce per fare bella figura in una serata tra amici?

Pesce al cartoccio. 
 
Se potessi aprire un ristorante in qualsiasi luogo del mondo, dove lo apriresti?
A casa, in Uruguay, sul mare. 
 
Per chi ti piacerebbe cucinare una cena speciale?
Per Joan Roca.
 
Ci suggerisci tre cose da fare nella tua città?
Una passeggiata lungo il Naviglio, meglio se alle quattro del mattino, andare a mangiare i cannoncini ripieni da Supino, passeggiare alla scoperta delle botteghe degli artigiani. 
 
Un sogno nel cassetto?
Aprire una scuola di cucina totalmente pubblica nel mio paese.
Tags