Blog

A tu per tu

Domenico Capogrosso: "Il mio piatto è speciale, tutti devono assaggiarlo"

Di FDL il

Share
Domenico Capogrosso: "Il mio piatto è speciale, tutti devono assaggiarlo"

Domenico Capogrosso è uno dei dieci finalisti italiani del S.Pellegrino Young Chef 2015. A Identità Golose (dove si svolgerà la selezione del rappresentante italiano) lo chef del Good for Food di Andria preparerà Open ravioli with concentrated of red Mullet, Ravioli aperti con concentrato di triglia. A giudicarlo, una giuria di sette grandi chef italiani.

1. Perché ha deciso di partecipare?
Mi sono detto "Ci provo, speriamo". Volevo dare visibilità anche al ristorante e alle altre persone che ci lavorano. Non avrei mai sperato di arrivare qui! 

2. Cosa ha voluto esprimere con il suo piatto?
Volevo esprimere l'idea di una cucina semplice ma tradizionale, con il sapore intenso degli ingredienti locali. La scelta del formato di pasta assicura che il raviolo e il ripieno si mangino in un solo cucchiaio, insieme al concentrato di triglia servito caldo: una concentrazione di sapori. Ho ordinato un piatto in Pietra di Trani specificamente per questa ricetta.


3. Dovrebbe vincere lei perchè…
Penso che il mio piatto sia davvero speciale. Tutti devono avere l'opportunità di assaggiarlo!

4. Quali sono i suoi sogni lavorativi?
Il mio sogno è avere un mio ristorante, dove esprimere al meglio la mia passione, che ho accresciuto in anni di esperienza. 

5. Cosa pensa le porterà il concorso?
Un'immensa soddisfazione personale e professionale, e visibilità per tutti quelli che lavorano nel mio ristorante.

6. Quale giudice italiano teme di più?
Forse Carlo Cracco, visto l'aspetto mediatico del personaggio.

Tags