Blog

A tu per tu

Roberto Okabe: 'Il caviale? Un ingrediente ipocrita'

Di il

Share
Roberto Okabe: 'Il caviale? Un ingrediente ipocrita'

Roberto Okabe è il famoso chef del ristorante giapponese di Milano Finger's Garden, un vero giardino zen a due passi da Porta Nuova. Un nuovo successo dopo quello del suo primo ristorante Finger's, ormai punto di riferimento affermato per gli amanti della cucina giapponese a Milano.

Nato in Brasile da genitori giapponesi, Roberto Okabe ama definirsi «hardware giapponese, software brasiliano». La sua cucina, frutto di una formazione guadagnata in Giappone, in Brasile e in Italia, è estrosa e creativa.

Ci consigli un ristornate milanese e un piatto da provare.
Consiglio di andare al ristorante Wicky's dello chef Wicky Priyan e assaggiare il Carpaccio dei cinque contenti. Un piatto dal carattere decisamente orientale, o meglio giapponese, in cui però si usano ingredienti che vengono da tutto il mondo, molti dei quali italiani.

Esiste un ingrediente sopravvalutato in cucina?
Il caviale è un ingrediente un po’ ipocrita: è buono, ma non vale quello che costa. Le uova di salmone sono buone come il caviale ma costano meno.

E un ingrediente che invece è sottovalutato?
È difficile rispondere. Qualunque cosa io dica, qualcuno dirà: ma chi l’ha detto? Però posso dire che il sedano è sottovalutato, quando invece è un ingrediente importante perché è croccante, contiene un’acqua preziosa, e ha una nota amarognola nel sapore che fa molto bene all’organismo, come la rapa bianca giapponese.

Tags