Blog

News e Tendenze

Capodanno 2020: i ristoranti stellati per il cenone

Di il

Share
Capodanno 2020: i ristoranti stellati per il cenone
Foto Il Pagliaccio - Aromi Creativi

State pensando di trascorrere Capodanno 2020 al ristorante? Se la risposta è sì, ecco qualche consiglio per iniziare il nuovo anno nel segno del fine dining. Milano, Bergamo, Roma... In tutta la Penisola, abbiamo selezionato alcuni indirizzi stellati dove passare la sera del 31 dicembre e salutare il 2019 con un indimenticabile Cenone di San Silvestro. Tra brindisi, bollicine, menu raffinati e immancabili rituali di mezzanotte, a base di cotechino e lenticchie.

Capodanno 2020: menu e prezzi dei ristoranti stellati

Milano

Sadler, 1 stella Michelin

Claudio Sadler, nel suo ristorante stellato sui Navigli, la sera del 31 dicembre propone un sontuoso menu ritmato da ricette genuine e gustose, che rileggono in chiave contemporanea la tradizione. Il tutto nell’intimità di un’atmosfera raccolta e ricercata. Il menu è scandito da: Ostriche, salmone e caviale; Astice con passion fruit e pepe di Sichuan; Cappasanta al pan prezzemolo con carciofo alla giudia e riduzione di Cynar; Cavolo fiolaro con fonduta di mozzarella e tartufo nero; Ravioli di cotechino con lenticchie nere e brodo di Grana Padano 27 mesi Riserva; Cappone, cardi gobbi, toma piemontese e tartufo. Chiusura in dolcezza con il desseert Gocce di mandarino con cannolo, kumquat e pistacchi e con la Veneziana. 

Prezzo: 210 euro a persona, vini esclusi

L'Alchimia, 1 stella Michelin

Sempre a Milano, tra i neostellati della Guida Michelin 2020, ecco il ristorante L'Alchimia (dove nel frattempo è subentrato un nuovo chef, Giuseppe Pastorino). Qui si saluta il 2019 con un percorso gastronomico appositamente ideato per la serata e, a partire da mezzanotte, si festeggia con intrattenimento musicale. Il menu? Dopo l'aperitivo di benvenuto ritmato da bollicine e amuse-bouche, ecco le ostriche Gillardeau n.3 e i Gamberi viola di Santa Margherita, burrata, corallo e polvere di carote viola. Si prosegue con i Bottoni fatti in casa al nero di seppia, farciti ai cinque crostacei; Tagliolini ai 36 tuorli con fonduta al Castelmagno e tartufo bianco d'Alba; Rombo arrosto, zuppa di miso e cardo gobbo di Nizza Monferrato; Spalla d'agnello, salsa BBQ Alchimia e millefoglie di patate e zucca; Tartelletta di castagne, chutney di cachi e gelato alla crema di latte; Panettone artigianale con crema al mascarpone e zafferano. A mezzanotte? Cotechino Venegoni e lenticchie di Castelluccio. 

Prezzo: 185 euro a persona, bevande escluse

Courmayeur (Aosta)

Petit Royal, 1 stella Michelin

Saliamo in quota con la proposta di Paolo Griffa al Petit Royal di Courmayeur. Per la cena del 31 dicembre, il giovane chef - tra i neostellati under 35 della Guida Michelin 2020 - propone un menu pensato ad hoc, così articolato: Messata di cervo, topinambur, maionese alla nocciola e mela verde; Soufflé di albume dal cuore morbido ai funghi; Millefoglie di capasanta e tartufo nero; Plin di agnello, crema di carote e dragoncello; Storione arrostito allo zafferano, fondo di gamberi e patate di montagnaTorrone di faraona con frutta secca, crema di zucca e scorzanera. Un percorso tra gioco e creatività, con una chiusura in dolcezza a base di Monte Bianco in Crosta

Prezzo: menu 350 euro; abbinamento vini 150 euro

Brusaporto (Bergamo)

Da Vittorio, tre stelle Michelin

I fratelli Cerea, tre stelle Michelin al ristorante Da Vittorio a Brusaporto (Bergamo), a San Silvestro propongono un ricco menu scandito da: Stuzzicappetito, Piemontese di verdure con carpaccio di verdure, Coda di scampo con crema di mandorle e roveja, Mokaccino di funghi e animelle, Gnocchi fondenti alla nocciola con cardi gobbi e tartufo nero e Zuppetta di lenticchie con musetto. Chiusura con il Dolce di San Silvestro e, a buffet, Panettone, il torrone, frutta secca. Dopo la mezzanotte: Pizza, Pa e strino, Pasta e fagioli.

Prezzo: 200 euro bevande comprese (Champagne non incluso)

Venezia
Glam, due stelle Michelin

Nella Serenissima, al ristorante Glam Enrico Bartolini, che ha conquistato la seconda stella con la Guida Michelin 2020, si festeggia alla grande. Qui, lo chef Donato Ascani, tra i giovani under 35 dell'edizione 2020 della "Rossa", propone un menu che si apre con un Benvenuto con gioco di gusto e consistenza, base di Uovo, bottarga e lime, Peperone ripieno, Panino con tartare di branzino e salsa ponzu, Tartallette, cavolo arrostito e caviale. La serata procede con Ostriche e Bollicine; Gambero, cipollotti, Chartreuse e caviale; Carciofo, capasanta e tartufo nero; Gnocco ripieno di Morlacco e bietoline di Cavallino; Risotto al bergamotto, bavarese e cipresso; Agnello delle Dolomiti Lucane, cime di rapa, cavoli e scalogno marinato. Dolce epilogo con il pre-dessert e con Mandorla, caffè e spezie.  

Prezzo: 380 euro a persona, bevande escluse

Imola (Bologna)
San Domenico, due stelle Michelin

Una serata davvero speciale quella in programma al San Domenico di Imola, che proprio nel 2020 spegnerà 50 candeline. Un luogo emblematico per la storia della gastronomia italiana, dove lo chef Max Mascia darà il meglio di sé per salutare il 2019. Ecco allora un ricco parterre di antipasti costituito da: Crudo di ricciola al sale di Cervia, gel di yuzu, quinoa croccante e gin spray; Cavolfiore, il suo estratto, burro nocciola e prosciutto di Parma croccante; Coda di astice al tegame, vellutata di topinambour e tartufo bianco; Cuore di baccalà in oliocottura, emulsione di patata all’olio extra vergine. Si prosegue poi con i primi, tra Ravioli di faraona e verza con crema al Marsala e Riso mantecato con cipolla tostata, ristretto di sugo d’arrosto caramellato allo zucchero di canna, mentre il secondo vede protagonista la Sella di maialino “mora romagnola” con la sua salsa al rosmarino. Immancabile, poi, il benaugurante Cotechino & Lenticchie. Il sipario si chiude in dolcezza con la piccola pasticceria eil dessertI. Nel calice? I vini delle Cantine del San Domenico, selezionati dal sommelier Francesco Cioria.

Prezzo: 300 euro bevande incluse

Roma

Il Pagliaccio, due stelle Michelin

Magia a due stelle Michelin con il menu ideato dallo chef Anthony Genovese del ristorante capitolino Il Pagliaccio. Si comincia con lo Champagne, accompagnato da una Cialda di Pollo, e si prosegue con Ostrica alla Diavola, Thè Bianco Infuso all’Aglio; Battuto di Cervo, Ricci di Mare e Caviale, Ravioli di Mela Cotogna e Anguilla con Salsa al Vino Rosso e Sedano Rapa in Crosta di Alghe. Il secondo è scandito da Rombo, Broccolo alla Griglia, Crema alla Nocciola e con Caccia, Gelato di Pesca di Vigna, Brioche al Caffè, Rapa Rossa all’Argilla. E ancora, Snack di Formaggio, Riso Soffiato, oltre a Zampetta di Maialino e Lenticchie. Prima delle coccole finali, ecco la dolce chisura di sipario, con Rosa di Macchia (yogurt, cardamomo e il bianco del cioccolato) e Satsumi (la frolla, il caramello e gli agrumi).

Prezzo: 350 euro

Enoteca La Torre, una stella Michelin

All'interno di Villa Laetitia, un raffinata dimora in stile Liberty, ecco la proposta stellata dell'Enoteca La Torre, per la cena di San Silvestro. Si comincia dall'aperitivo con Champagne e Stuzzichini dello chef, per poi tuffarsi in mare, tra note alcoliche, con Gamberi rossi, Gin Tonic al profumo di Mapo e zucca fermentata, e con Baccalà Pil Pil, carciofi, mela verde e Cynar. Il primo ha sentori di bosco e di mare, a base di Tagliatella al tartufo bianco e scalogno confit e Strozzapreti, astice, asparagi e limone salato. Per secondo, invece, c'è l'Uovo di quaglia in infusione di tè nero, trombette dei morti e Taleggio e il Lombetto di agnello croccante alla santoreggia, champignon, senape e tartufo nero. Il dolce? Voilà il Babà all’anice stellato, mela annurca, spuma di vaniglia e Calvados Under the snow, l'immancabile Panettone, con cioccolato bianco Ivoire, timo limonato e agrumi. 

Prezzo: 290 euro bevande escluse

Acquolina, una stella Michelin

All'interno dell'hotel The First Roma Arte, il ristorante Acquolina vede impegnato alla regia lo chef Daniele Lippi. Giovane e creativo, per salutare il 2019, il cuoco di casa propone, dalle ore 20.00, l'Aperitivo girobraccio, con un girotondo di sapori: Wafer (baccalà, carpione), Chia-viale (baguette, burro al Martini Dry), Lardo di seppia (seppie, fumo, aromi naturali), Ostriche (Gazpacho di rape), Salmone affumicato (Mascarpone alle alghe, pan brioche al grano arso). La serata prosegue con la cena placé, a partire dalle 21. Ecco allora Triglia - Mandarino, foie gras, Capasanta - Spuma di Risotto alla milanese e midollo, tartufo nero pregiato, Tortello - Faraona in salmi e tartufo bianco, Linguine di farro - Carciofi alla brace, crudo di gamberi rossi, mentuccia, limone, Anguilla alla brace - polenta, pecorino, Suprema - Piccione, scampo. Chiosa dolcissima con il Panettone 2.0 e con Castagna - mirtilli, fava di tonka. A seguire brindisi in terrazza con musica dal vivo

Prezzo: 340 euro (Champagne Thienot con aperitivo incluso)

Vacanze in montagna? Ecco i ristoranti stellati per cui salire in vetta

Segui FineDiningLovers anche su Facebook

Tags